Foggia, Pellegrino-Zuppa (Fdi-AN): “Rivedere legge su violenza donna”

54

Le dichiarazioni di Cinzia Pellegrino coordinatore nazionale del Dipartimento Tutela Vittime di Fratelli d’Italia e da Antonella Zuppa referente provinciale

banner fratelli d'italia tutela anzianiFOGGIA – “Siamo stanchi di apprendere continue notizie di donne violentate e ammazzate. Non ci interessa disquisire sui termini da utilizzare per definire questa che si è rivelata, negli ultimi mesi, una vera e propria mattanza. Non facciamo nemmeno riferimento ai dati, perché le sterili statistiche e i relativi numeri non servirebbero a riportare in vita quelle ragazze, madri, mogli o semplicemente donne. Ultimo caso che la cronaca ci ha raccontato è quello accaduto ieri mattina a una quindicenne di Ischitella, in provincia di Foggia, deceduta, oggi, in ospedale dopo alcuni colpi di arma da fuoco ricevuti mentre era alla fermata dell’autobus. Il suo assassino, suicidatosi successivamente, era stato più volte denunciato dalla mamma della vittima, sua ex compagna. A nulla sono valse le richieste di aiuto perché la vicenda si è conclusa con una giovane vita stroncata. Una settimana fa’ la donna si era rivolta alle forze dell’ordine per riferire proprio le minacce che sua figlia aveva ricevuto. Nicolina15 anni e probabilmente tanti sogni nel cassetto da realizzare. Oggi è il giorno della rabbia e del dolore ma tutti dovremmo riflettere. L’ennesima tragedia annunciata che si poteva evitare. Ormai sono troppe le donne il cui futuro è deciso dai propri aguzzini. Cosa nonhafunzionato e nonfunziona tra le richieste d’aiuto e chi ha il compito di intervenire? Forse è arrivato il momento di rivedere, ancora una volta, la legislazione inerente alle donne vittime di reati violenti. Evidentemente, finora, si è dato poco peso al grido di aiuto di chi subisce soprusi e angherie.Le istituzioni stesse sono responsabili di questa falla giuridica e gestionale. Quanto accaduto a Nicolina e alle altre vittime dovrebbe essere da monito affinché si prendano seriamente in considerazione una serie di misure per bloccare quest’emergenza sociale dando alle forze di polizia i giusti poteri e strumenti per poter operare nel migliore dei modi”. E’ quanto dichiarato da Cinzia Pellegrino coordinatore nazionale del Dipartimento Tutela Vittime di Fratelli d’Italia e da Antonella Zuppa referente provinciale.