Evento Progetto Nazionale per l’inclusione e l’integrazione dei bambini e delle bambine Rom, Sinti, Caminanti

116

locandina evento rsc

PON Inclusione – Progetto Nazionale per l’inclusione e l’integrazione dei bambini e delle bambine Rom, Sinti, Caminanti con la partecipazione di Miloud Oukili

BARI – Il 12 aprile, a partire dalle 10, si terrà nel Centro Servizi per le Famiglie di Japigia, in via Giustina Rocca 9 a Bari, l’evento “PON Inclusione – Progetto Nazionale per l’inclusione e l’integrazione dei bambini e delle bambine Rom, Sinti, Caminanti” per riflettere sui risultati e sulle prospettive future del progetto nazionale RSC per l’inclusione e l’integrazione dei bambini e delle bambine rom, sinti e caminanti nella città di Bari.

Il progetto nel capoluogo pugliese è coordinato dall’Assessorato al Welfare del Comune di Bari e gestito dalla Fondazione Giovanni Paolo II onlus in ATI con la coop. soc. Il Nuovo Fantarca.

L’evento prenderà il via con i saluti istituzionali e gli interventi di Francesca Bottalico – Assessora al Welfare, Francesco Chezzi Tutor nazionale progetto RSC – Istituto degli Innocenti di Firenze, Anna Campioto Referente città di Bari progetto RSC, Teresa Masciopinto – Segretaria Generale Fondazione Giovanni Paolo II onlus, Luca Pellegrino – Coordinatore progetto RSC per il privato sociale, Daniel Tomescu e Alisa Rezmuves – Mediatori linguistico culturali progetto RSC, Angela Rutigliano – Docente referente secondarie I.C. Japigia1 – Verga, Daniela Flaccomio – Docente referente primarie I.C. Japigia1 – Verga, Porziana Di Cosola – Dirigente scolastica XVII Circolo Didattico Poggiofranco, Anna Lia Minoia – Dirigente I.C. Santomauro C.D. Montello.

La giornata proseguirà alle 12.30 con il pranzo sociale organizzato con le famiglie residenti nei campi Rom coinvolti nel progetto e tutti coloro che saranno presenti durante la giornata, tra cui gli utenti che abitualmente frequentano il Centro Servizi per le Famiglie di Japigia.

Seguirà, alle 16, l’esibizione di Miloud Oukili, artista di strada franco-algerino da anni impegnato nel recupero dei ragazzi di strada in vari paesi d’Europa.