Evasione fiscale, confiscati ville e yacht a un imprenditore

8

BARI – Beni del valore di circa 2,5 milioni di euro sono stati confiscati dalla Guardia di Finanza a un imprenditore di Gioia del Colle. La confisca, disposta dal Tribunale di prevenzione di Bari, riguarda una lussuosa villa con piscina e piccolo parco privato annesso a Gioia del Colle, una prestigiosa unità abitativa nel Comune di Policoro (Matera), un’imbarcazione di 12 metri e disponibilità bancarie. Il tribunale ha disposto anche la misura di prevenzione della sorveglianza speciale per 18 mesi, con obbligo di soggiorno nel comune di residenza.

L’uomo, tra il 2009 e il 2019, quale amministratore e socio di fatto di diverse società intestate a prestanome, si sarebbe reso responsabile di gravi evasioni fiscali e del fallimento di alcune società. Le indagini patrimoniali hanno inoltre evidenziato che l’imprenditore avrebbe acquisito direttamente, tramite il coniuge e le società controllate, beni di ingente valore, come le due prestigiose ville e lo yacht modello Prestige 42 Fly, ora oggetto di confisca, pur non disponendo di adeguate fonti economiche di origine lecita. L’imprenditore, “ritenuto fiscalmente pericoloso”, come spiegano i finanzieri, è sottoposto dal gennaio scorso alla misura cautelare dei domiciliari nell’ambito di un altro procedimento in cui risponde di concorso in bancarotta fraudolenta.