Credito d’imposta al Sud, Losacco: “Nuove risorse per le nostre imprese”

30

La posizione di Alberto Losacco

alberto losaccoBARI – “Parte il credito d’imposta sugli investimenti nel Mezzogiorno, introdotto con la legge di stabilità 2016. Interessate le strutture produttive di Puglia, Basilicata, Calabria, Campania, Sicilia, Molise, Sardegna e Abruzzo“.
Così in una nota Alberto Losacco che aggiunge: “Con il provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate, i titolari di reddito d’impresa potranno finalmente utilizzare il credito d’imposta per l’acquisto di beni strumentali destinati a strutture produttive situate nelle regioni del Sud. La gravissima crisi economica ha messo in ginocchio l’apparato economico produttivo del sud Italia. Ora più che mai è necessario ridare ossigeno alle imprese, difendere quelle esistenti, promuovere ed incoraggiare le nuove a crescere. Per il credito d’imposta la legge di stabilità ha stanziato 617 milioni l’anno, da utilizzare in relazione agli investimenti realizzati dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2019. L’agevolazione è automatica, ed è per questa ragione che gli imprenditori la considerano particolarmente interessante, facile da applicare, immediata negli effetti. Il credito d’imposta è fruibile per agli investimenti legati all’acquisto, anche mediante contratti di locazione finanziaria, di macchinari, impianti e attrezzature destinati a strutture produttive esistenti o di nuovo impianto. Con il credito d’imposta, l’economia produttiva meridionale potrà giovarsi di una serie importante di investimenti che daranno alle imprese la possibilità concreta di affrontare con successo le sfide del mercato. È un momento importante per agganciare la ripresa avviata dall’inizio del 2016, che si farà via via più forte. Un momento in cui le nostre imprese avranno bisogno di nuovi e qualificati investimenti e di certezze nelle risorse e nei tempi di applicazione. Che è esattamente quello che la Legge di Stabilità ha previsto per il prossimo triennio e ora ha preso il via“.