Coronavirus in Puglia, dati del 22 giugno: +92 nuovi positivi

30

coronavirus martedì

Il bollettino di martedì 22 giugno 2021: scendono a 7.063 i casi positivi al Covid-19 in regione, 1 decesso

REGIONE – Nuova giornata di informazione da Puglianews24.eu sulla situazione dell’emergenza Coronavirus in Regione per martedì 22 giugno 2021. Andiamo a vedere di seguito i dati del bollettino della giornata a cura della Regione Puglia sulla base degli ultimi dati comunicati quindi la situazione della campagna vaccinale.

In Puglia, sono stati registrati 8.033 test per l’infezione da Covid-19 Coronavirus e sono stati registrati 92 casi positivi: 24 in provincia di Bari, 20 in provincia di Brindisi, 5 nella provincia BAT, 11 in provincia di Foggia, 13 in provincia di Lecce, 18 in provincia di Taranto, 2 casi di residenti fuori regione. 1 caso di provincia di residenza non nota è stato riclassificato e attribuito.

E’ stato registrato 1 decesso, in provincia di Taranto.

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati complessivamente 2.627.487 test.

  • 252.974 sono i pazienti guariti.
  • 7.063 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 239.301 così suddivisi:

  • 95.101 nella Provincia di Bari;
  • 25.568 nella Provincia di Bat;
  • 19.743 nella Provincia di Brindisi;
  • 45.130 nella Provincia di Foggia;
  • 26.888 nella Provincia di Lecce;
  • 39.367 nella Provincia di Taranto;
  • 808 attribuiti a residenti fuori regione;
  • 369 provincia di residenza non nota.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti. Il bollettino epidemiologico Regione Puglia 22.6.2021 è disponibile al link: http://rpu.gl/3Rz92.

IL PUNTO SULLA CAMPAGNA VACCINALE IN PUGLIA AL 21 GIUGNO

Andiamo a vedere le ultime informazioni sulla campagna vaccinale secondo quanto riferito dal Portale Regione Puglia. Sono 3.183.558 le dosi di vaccino anticovid somministrate sino ad oggi in Puglia (dato aggiornato alle ore 17.00 del 21 giugno 2021 dal Report del Governo nazionale. Le dosi sono il 93.7 % di quelle consegnate dal Commissario nazionale per l’emergenza, 3.398.689).

ASL BARI

Superate le 958mila somministrazioni nei centri della ASL Bari. Domenica scorsa, in particolare, sono state eseguite 8.125 iniezioni di vaccino, di cui 4.983 prime dosi e 3.142 seconde. Le vaccinazioni riservate a soggetti vulnerabili per patologia hanno oltrepassato complessivamente quota 200mila, così come ammontano a oltre 206mila quelle garantite dai medici di medicina generale a propri assistiti delle categorie prioritarie. Proseguono le sedute negli hub interaziendali di Molfetta, Altamura e Modugno, dove sono state eseguite sinora circa 3mila vaccinazioni dedicate a dipendenti del comparto produttivo.

La campagna sino ad oggi ha assicurato una copertura vaccinale del 64 per cento, almeno con la prima dose, alla popolazione vaccinabile (da 12 anni in poi), mentre il 28 per cento ha ultimato il ciclo di immunizzazione. Molto elevate le percentuali di vaccinazione, già con la prima dose, in tutte le fasce d’età: 93% tra over 80 e ultrasettantenni; 89% per over 60; 81% per 50-59enni e 67% tra i quarantenni. Copertura vaccinale in crescita anche tra le generazioni più giovani: il 35% dei trentenni ha ricevuto la prima dose di vaccino, così come il 29% dei 20-29enni e il 17% degli under 20.

ASL BRINDISI

Nella Asl di Brindisi proseguono le vaccinazioni anti Covid: domenica sono state somministrate circa 4mila dosi e altrettante sono in calendario ieri. Mercoledì 23 giugno è previsto l’arrivo di 23.400 dosi di Pfizer, impiegate non solo per chi ha ricevuto la prima dose dello stesso vaccino, ma anche per i soggetti con meno di 60 anni di età che si sono vaccinati con AstraZeneca e preferiscono la somministrazione “eterologa” con il richiamo Pfizer. Le oltre 23.000 dosi di Pfizer in consegna mercoledì si aggiungono alle 8.400 dosi di Astrazeneca arrivate il 12 giugno e alle 2.500 di Moderna e alle 1.000 di Janssen consegnate domenica scorsa. Il cronoprogramma relativo agli approvvigionamenti di vaccini per il mese di giugno stilato dalla struttura regionale per l’emergenza Covid, alla luce di questi arrivi, risulta ampiamente rispettato.

Proseguono, parallelamente a quelle delle altre categorie, anche le vaccinazioni dei fragili under 16. I ragazzi tra i 12 e i 15 anni con malattie rare saranno vaccinati insieme agli adulti affetti dalle stesse patologie mercoledì prossimo in una sessione dedicata. Oggi, invece, all’ospedale Perrino, gli operatori del reparto di Pediatria stanno vaccinando i propri pazienti fragili e i loro caregiver.

ASL BT

Prima vaccinazione in azienda ieri a Barletta dove referenti del Dipartimento di Prevenzione hanno collaborato per vaccinare i primi cento dipendenti di una azienda di servizi. Intanto i due comuni con la percentuale di vaccinazione più alta (Spinazzola al 68 per cento e Minervino al 61 per cento) fanno registrare oggi zero contagi. Numeri incoraggianti anche negli altri comuni: Andria ha una percentuale di vaccinazione con la prima dose del 50 per cento, Barletta del 53 per cento, Bisceglie del 56 per cento, Canosa del 54 per cento, Margherita del 61 per cento, San Ferdinando del 48 per cento, Trani del 55 per cento e Trinitapoli del 51 per cento.

ASL FOGGIA

Dall’avvio della campagna vaccinale in provincia di Foggia sono state somministrate complessivamente 483.630 dosi di vaccino. Con 322.623 somministrazioni sale a 53,2% la percentuale delle persone che hanno ricevuto almeno una dose di vaccino; il 26,5% della popolazione vaccinabile ha concluso il ciclo vaccinale (161.007 seconde dosi).

Nel dettaglio, a ieri mattina, in provincia di Foggia, hanno ricevuto la prima dose: 50.150 persone estremamente vulnerabili; 16.230 caregivers; 38.265 persone ultraottantenni (pari al 93,2% della popolazione vaccinabile); 51.518 persone di età compresa tra 79 e 70 anni (pari al 90,2%); 62.700 persone di età compresa tra 69 e 60 anni (pari all’86,1%); 65. 215 persone di età compresa tra 59 e 50 anni (pari al 71,5%); 44.812 persone di età compresa tra 49 e 40 anni (pari al 42%); 30.643 persone di età compresa tra 39 e 30 anni (pari al 43,1%); 28.028 persone di età compresa tra 29 e 17 anni.

Ad oggi i medici di medicina generale hanno somministrato, in tutto, 132.253 dosi di vaccino.

ASL LECCE

Prosegue la campagna di vaccinazione antiCovid nei 12 Punti vaccinali di popolazione, nei centri sanitari e a cura dei Medici di medicina generale, negli ambulatori e a domicilio: circa 6000 le vaccinazioni effettuate nella giornata di ieri.

599 nella Struttura Operativa Territoriale della Protezione Civile di Campi Salentina, 438 nel Complesso Euroitalia di Casarano, 644 nel PTA di Gagliano del Capo, 372 nel Centro Polivalente Comunale di Galatina, 251 nella Palestra del Liceo Scienze Umane “Q. Ennio” di Gallipoli, 405 nel Palazzetto dello Sport di Lecce , 335 nel Museo Sigismondo Castromediano di Lecce, 433 nella Caserma Zappalà di Lecce, 274 nell’edificio Comunale “Mercato delle Idee” di Muro Leccese, 532 nella RSSA comunale di Martano, 482 nello Stabile Zona Industriale di Nardò, 388 nel Centro Aggregazione Giovanile di Spongano. Continua la vaccinazione dei pazienti “fragili” più piccoli, con un’età compresa tra i 12 e i 15 anni. Ieri hanno ricevuto la prima dose di vaccino nel Punto vaccinale DEA 32 adolescenti tra pazienti allergici e loro fratelli e sorelle.

ASL TARANTO

In Asl Taranto manca poco al raggiungimento di 450mila dosi di vaccino somministrate. Rispetto a questo dato, oltre 155mila cittadini hanno completato il ciclo vaccinale. Nel weekend, sono state somministrate 40 dosi a domicilio e 410 dosi negli ambulatori dei medici di medicina generale, a vantaggio di pazienti fragili. Per quanto riguarda invece gli hub vaccinali, in mattinata sono state somministrate quasi 2mila dosi di vaccino, così distribuite: 489 dosi a Martina Franca, 303 dosi a Grottaglie, 493 dosi a Manduria, 193 dosi a Massafra, 469 dosi presso l’hub di Ginosa.

La giornata di ieri è dedicata alla somministrazione della seconda dose AstraZeneca negli hub distrettuali, per i cittadini over 60 che hanno ricevuto la prima dose entro il 30 aprile. Nel pomeriggio, invece, presso l’hub di Porte dello Jonio hanno potuto anticipare la seconda dose di AstraZeneca i cittadini della città di Taranto, over 60, che hanno ricevuto la prima dose tra il 23 e il 27 aprile.