Coronavirus in Puglia, dati del 18 giugno: +106 nuovi positivi

27

coronavirus covid-19 venerdì

Il bollettino di venerdì 18 giugno 2021: scendono a 9.343 i casi positivi al Covid-19 in regione, 4 decessi

REGIONE – Nuova giornata di informazione da Puglianews24.eu sulla situazione dell’emergenza Coronavirus in Regione per venerdì 18 giugno 2021. Andiamo a vedere di seguito i dati del bollettino della giornata a cura della Regione Puglia sulla base degli ultimi dati comunicati quindi la situazione della campagna vaccinale.

In Puglia, sono stati registrati 6893 test per l’infezione da Covid-19 Coronavirus e sono stati registrati 106 casi positivi: 23 in provincia di Bari, 25 in provincia di Brindisi, 7 nella provincia BAT, 19 in provincia di Foggia, 12 in provincia di Lecce, 20 in provincia di Taranto, 1 caso di provincia di residenza non nota. 1 caso di residente fuori regione è stato riclassificato ed attribuito.

Sono stati registrati 4 decessi: 1 in provincia di Brindisi, 1 in provincia di Foggia, 2 in provincia di Lecce.

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati complessivamente 2.603.966 test.

  • 236.813 sono i pazienti guariti.
  • 9.343 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 252.757 così suddivisi:

  • 95.056 nella Provincia di Bari;
  • 25.554 nella Provincia di Bat;
  • 19.687 nella Provincia di Brindisi;
  • 45.107nella Provincia di Foggia;
  • 26.852 nella Provincia di Lecce;
  • 39.324 nella Provincia di Taranto;
  • 806 attribuiti a residenti fuori regione;
  • 371 provincia di residenza non nota.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti. Il bollettino epidemiologico Regione Puglia 18.6.2021 è disponibile al link: http://rpu.gl/dnXfG.

IL PUNTO SULLA CAMPAGNA VACCINALE IN PUGLIA AL 17 GIUGNO

Andiamo a vedere le ultime informazioni sulla campagna vaccinale secondo quanto riferito dal Portale Regione Puglia. È di 3.009.794 il totale delle dosi di vaccino anticovid somministrate sino ad oggi in Puglia (dato aggiornato alle ore 10 del 17 giugno 2021).

“Tre milioni di dosi – spiega l’assessore alla Sanità Pier Luigi Lopalco – significa che il sistema di vaccinazione pugliese funziona. Anche se tutti i nostri dati sono sopra la media nazionale, continuiamo a lavorare per raggiungere chi non si è ancora vaccinato nelle classi più a rischio, in modo da coprire il più possibile gran parte della popolazione prima dell’arrivo dell’autunno. La circolazione del virus ormai è osservabile soprattutto tra i non vaccinati, tra i quali le varianti possono essere molto pericolose, e questo deve spingerci a vaccinare tutti presto e bene”.

Il 58,2% della popolazione vaccinabile pugliese (dai 12 anni in su) ha ricevuto la prima dose di vaccino anticovid, sopra la media nazionale che è del 56,4%. Sulle seconde dosi la Puglia registra il 26,6% di somministrazioni sulla popolazione dai 12 anni in su, in Italia la media è del 25,2%.

Le percentuali di persone vaccinate per fasce di età sono:

– 1 dose over 80 anni Puglia al 96% dato Italia: 93,2%)

– 1 dose 70-79 anni Puglia al 91,9 % (dato Italia: 86,4%)

– 1 dose 60-69 anni Puglia al 86,5% (dato Italia: 79,5%)

– 1 dose 50-59 anni Puglia al 73% (dato Italia 68%)

– 1 dose 40-49 anni Puglia al 52,7 % (dato Italia 48,4%)

ASL BARI

Con 15.331 somministrazioni eseguite in una sola giornata ASL Bari ha superato per la prima volta la propria media quotidiana di vaccinazioni. Nelle ultime 24 ore sono state infatti registrate oltre 15mila iniezioni in un giorno, con il supporto del personale sanitario impegnato nei 22 hub di popolazione presenti su tutto il territorio provinciale. Sono nel complesso finora 909.040 le somministrazioni effettuate nei centri ASL dall’inizio della campagna vaccinale ad oggi. Di pari passo con il potenziamento dell’attività di vaccinazione, aumenta la copertura vaccinale delle fasce di età comprese fra i 40 e i 60 anni che tra Bari e provincia risulta di gran lunga superiore alla media nazionale. E’ sufficiente confrontare infatti le percentuali di copertura per le diverse decadi di età della popolazione vaccinabile (esclusi 0-11 anni): dei 40-49enni il 62% ha ricevuto almeno una dose di vaccino a fronte del 45,80% della media nazionale quindi con un distacco percentuale di 17 punti. Stessa performance ottimale con il più 17% si riscontra nella decade di età 50-59 anni, dove in provincia di Bari, il 79% è stato coperto con almeno la prima dose, a fronte del 62,62% registrato a livello nazionale. Anche per la fascia di età 60-69 anni la percentuale di immunizzazione con almeno una dose supera la media italiana, con addirittura l’88% a fronte del 73,73% nazionale, con 15 punti percentuali in più. La campagna vaccinale contro il Covid sta procedendo a ritmo sostenuto. Una volta messi in sicurezza gli ultra sessantenni, l’asse della campagna di immunizzazione è orientato adesso a proteggere la popolazione più giovane. Dopo le somministrazioni avviate nelle scorse settimane in favore degli studenti maturandi e dei ragazzi 12-15 anni in condizioni di fragilità, nei centri vaccinali della ASL Bari sono già partite le iniezioni per i minori di 12-15 anni non fragili. Da domenica – giornata di apertura delle prenotazioni ad oggi – hanno ricevuto la prima dose già 278 ragazzi di questa fascia di età.

ASL BRINDISI

Proseguono le vaccinazioni nella Asl di Brindisi con 4.000 somministrazioni al giorno. I medici di medicina generale hanno somministrato finora circa 70.000 dosi e la prossima settimana è prevista la conclusione delle vaccinazioni dei medici di famiglia. Da sabato 12 giugno a oggi, inclusa la sessione in corso, hanno somministrato quasi 7.000 dosi tra vaccinazioni ambulatoriali (effettuate negli hub) e domiciliari. Domani le somministrazioni in programma a cura dei medici di medicina generale sono circa 500.

ASL BT

Continua anche nella provincia Bat la vaccinazione programmata di tutte le fasce di età: nella giornata di ieri sono stati vaccinati più di 3mila cittadini. Il dato ormai si mantiene costante e viene rispettato tutti i giorni. Costante e continua è anche l’attività dei medici di base impegnati con la vaccinazione, in seconda dose, dei pazienti fragili. La prossima settimana intanto sarà fatta la prima vaccinazione in ambiente lavorativo della provincia Bat: nella organizzazione dell’attività sono impegnati gli operatori del Dipartimento di Prevenzione.

ASL FOGGIA

Continua a crescere il numero delle vaccinazioni effettuate in provincia di Foggia. Ad oggi sono 462.896 le dosi somministrate complessivamente. Con 309.330 somministrazioni ha già ricevuto la prima dose il 51% della popolazione vaccinabile. Con 153.566 somministrazioni il 25,3% della popolazione ha concluso il ciclo vaccinale. Procede la somministrazione di prime e seconde dosi negli hub, nei punti vaccinali e ad opera dei medici di medicina generale. Nel dettaglio, a ieri mattina, in provincia di Foggia, hanno ricevuto la prima dose: 49.690 persone estremamente vulnerabili; 16.110 caregivers; 38.207 persone ultraottantenni (pari al 93%); 51.317 persone di età compresa tra 79 e 70 anni (pari all’89,9%); 62.390 persone di età compresa tra 69 e 60 anni (pari all’85,7%); 63.576 persone di età compresa tra 59 e 50 anni (pari al 69,7%); 41.861 persone di età compresa tra 49 e 40 anni (pari al 47,5%); 27.821 persone di età compresa tra 39 e 30 anni (pari al 39,1%); 23.463 persone di età compresa tra 29 e 17 anni. Ad oggi i medici di medicina generale hanno somministrato, in tutto, 129.455 dosi di vaccino.

ASL LECCE

Il 96% dei cittadini con più di 80 anni residenti in provincia di Lecce ha ricevuto almeno una dose di vaccino antiCovid e il 90% è stato completamente vaccinato. Nella fascia 70-79 anni il 93.13% della popolazione ha ricevuto almeno una dose di vaccino e il 57.56% ha completato la vaccinazione. Mentre nella fascia 60-69 anni l’84.23% ha ricevuto almeno una dose di vaccino e il 28.06% è stato completamente vaccinato. Continua la vaccinazione dei pazienti fragili con un’età compresa tra i 12 e i 15 anni. Nel pomeriggio di giovedì hanno ricevuto la prima dose di vaccino nel Punto vaccinale DEA 45 adolescenti tra pazienti in cura nella Reumatologia e Immunologia pediatrica del Vito Fazzi e rispettivi fratelli e sorelle. Prosegue la campagna di vaccinazione antiCovid nei 12 Punti vaccinali di popolazione, nei centri sanitari e a cura dei Medici di medicina generale, negli ambulatori e a domicilio: 6000 le vaccinazioni effettuate nella giornata di ieri.

ASL TARANTO

In Asl Taranto, la campagna vaccinale prosegue seguendo il cronoprogranma. Ieri è stata raggiunta la quota di 433.228 dosi totali somministrati: rispetto a questo dato, quasi 151 mila utenti hanno completato il ciclo vaccinale. Nell’ambito di questi dati, si segnalano 468 dosi somministrate in ambulatorio a cura dei medici di medicina generale e 43 dosi a domicilio per pazienti fragili non deambulanti. Per quanto riguarda invece gli hub vaccinali, in mattinata stati somministrate quasi 3.400 dosi di vaccino, così distribuite: a Taranto 505 presso lo SVAM, 413 dosi presso l’Arsenale e 408 dosi al PalaRicciardi; 354 dosi a Martina Franca, 342 dosi a Grottaglie, 346 dosi a Manduria, 530 dosi a Massafra, 442 dosi presso l’hub di Ginosa. Nel pomeriggio di ieri sono state somministrate quasi 1.600 dosi così distribuite: a Taranto, 111 dosi presso lo SVAM, 99 dosi all’Arsenale e 65 presso l’hub PalaRicciardi, 425 seconde dosi presso Porte dello Jonio; 176 dosi a Martina Franca; 241 a Grottaglie; 173 dosi a Manduria, 140 a Massafra e 114 dosi a Ginosa.