Coronavirus in Puglia, dati del 13 giugno: +73 nuovi positivi

16

covid19 coronavirus domenica

Il bollettino di domenica 13 giugno 2021: scendono a 13.217 i casi positivi al Covid-19 in regione, nessun decesso

REGIONE – Nuova giornata di informazione da Puglianews24.eu sulla situazione dell’emergenza Coronavirus in Regione per domenica 13 giugno 2021. Andiamo a vedere di seguito i dati del bollettino della giornata a cura della Regione Puglia sulla base degli ultimi dati comunicati, quindi le ultime sulla situazione vaccini.

In Puglia, sono stati registrati 4001 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 73 casi positivi: 13 in provincia di Bari, 21 in provincia di Brindisi, 8 nella provincia BAT, 18 in provincia di Foggia, 12 in provincia di Lecce, 1 in provincia di Taranto.

Non sono stati registrati decessi.

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati complessivamente 2.571.121 test.

  • 232.428 sono i pazienti guariti.
  • 13.217 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 252.233 così suddivisi:

  • 94928 nella Provincia di Bari;
  • 25498 nella Provincia di Bat;
  • 19608 nella Provincia di Brindisi;
  • 45029 nella Provincia di Foggia;
  • 26776nella Provincia di Lecce;
  • 39223nella Provincia di Taranto;
  • 803 attribuiti a residenti fuori regione;
  • 368 provincia di residenza non nota.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti. Il bollettino epidemiologico Regione Puglia 13.6.2021 è disponibile al link: http://rpu.gl/tUBXq.

IL PUNTO SULLA CAMPAGNA VACCINALE IN PUGLIA AL 12 GIUGNO

Andiamo a vedere le ultime informazioni sulla campagna vaccinale secondo quanto riferito dal Portale Regione Puglia. Sono 2.855.263 le dosi di vaccino anticovid somministrate sino ad oggi in Puglia (dato aggiornato alle ore 17.00 dal Report del Governo nazionale. Le dosi sono il 92.1% di quelle consegnate dal Commissario nazionale per l’emergenza, 3.099.909). Da domenica 13 giugno alle 14.00 si completeranno gli slot di prenotazione con gli adolescenti da 12 a 15 anni.

ASL BARI

Un’altra intensa giornata di vaccinazioni per i centri della ASL Bari, con ben 12.752 somministrazioni eseguite l’11 giugno scorso. In dettaglio sono state inoculate 10.562 prime dosi e 2.190 seconde, comprese 1.533 dosi riservate a soggetti vulnerabili per patologia e 2.446 a cura dei medici di medicina generale. Ieri mattina, nel Centro di Neuropsichiatria infantile “Colli-Grisoni” di Bari, si è tenuta una nuova seduta dedicata ai minori “fragili” tra i 12 e 15 anni: 105 i vaccinati, compresi alcuni caregiver, accolti in ambienti colorati e dotati di percorsi accoglienti e costruiti attorno alle loro esigenze.

In coerenza con le ultime decisioni della struttura commissariale sull’impiego del vaccino Astrazeneca, la ASL Bari ha stabilito che le anticipazioni delle seconde dosi, già in programma da lunedì 14 a mercoledì 16 giugno, saranno riservate esclusivamente agli ultrasessantenni. Restano invariate, invece, le date delle seconde dosi per i soggetti con età inferiore ai 60 anni, ai quali sarà somministrato vaccino Pfizer o Moderna.

Nel complesso, dall’avvio della campagna sono state effettuate su tutto il territorio oltre 931mila vaccinazioni – più di 847mila solo nei centri ASL Bari –, grazie alle quali il 52 per cento della popolazione generale (58% rispetto a quella vaccinabile) è stata immunizzata almeno con la prima dose di vaccino e il 22 per cento (24% dai 12 anni in su) ha completato il ciclo vaccinale.

ASL BAT

Più di 3mila le vaccinazioni eseguite nella prima parte della giornata di ieri. Programmazioni di antcipici Astrazeneca eseguiti come da programma a Trani, Bisceglie e Andria. Intanto continua la vaccinazione anche dei pazienti allergici presso le strutture ospedaliere: ieri a Bisceglie sono stati vaccinati in 15.

ASL BRINDISI

Sono oltre 4.000 le dosi somministrate ieri nella Asl di Brindisi e altrettante sono in programma sabato, tra cui circa 2.000 dei medici di medicina generale. Negli ultimi tre giorni, da mercoledi a venerdi, somministrate 11.700 dosi. Nell’hub di Bozzano vaccinati questa mattina circa 200 dipendenti dello stabilimento di Brindisi della Avio Aero. Erano presenti per la Asl il direttore del Servizio di Igiene e Sanità pubblica, Stefano Termite, e il direttore dello Spesal, il Servizio di Prevenzione e Sicurezza ambienti di lavoro, Raffaello Bellino, e per l’azienda Roberto Bertaina, direttore dello stabilimento brindisino.

“Oggi è un momento importante – ha detto Termite – perché Avio Aero è la prima azienda che ha mostrato interesse per questo tipo di iniziativa. Stiamo sperimentando un nuovo modello organizzativo nel quale il privato si interfaccia col pubblico, in totale collaborazione: l’azienda mette a disposizione medici e infermieri e l’Asl fornisce il supporto logistico”.

“Lo Spesal della Asl Brindisi – ha aggiunto Bellino – estende la sua azione di intervento verso le politiche di promozione della salute dei lavoratori in un clima di partnership pubblico-privato. Inizia una stagione nuova che potenzia enormemente le attività preventive e di tutela della salute del lavoratore”.

“Siamo orgogliosi di questa collaborazione con la Asl di Brindisi – ha detto Bertaina – che ci ha permesso oggi di vaccinare poco meno di 200 dipendenti tra quelli che hanno aderito con prontezza a questo Open day. È per noi l’occasione per continuare a tutelare il benessere delle nostre persone con l’obiettivo di contribuire a un più rapido ritorno alla normalità non solo della nostra azienda ma di tutta la comunità locale”.

ASL LECCE

Prosegue la campagna di vaccinazione antiCovid nei 12 Punti vaccinali di popolazione, nei centri sanitari e a cura dei Medici di medicina generale, negli ambulatori e a domicilio: circa 6500 le vaccinazioni effettuate nella giornata di ieri. Finora in ASL Lecce sono state somministrate in totale oltre 540000 dosi di vaccino. Dopo la prima giornata di vaccinazione dei pazienti “fragili” più piccoli, con un’età compresa tra i 12 e 15 anni, tenutasi ieri in programma due appuntamenti per il 16 e il 21 giugno.

ASL FOGGIA

Sfiorate le 440.000 somministazioni in provincia di Foggia dall’avvio della campagna vaccinale. Sono, precisamente, 438.184 le somministrazioni complessive: hanno ricevuto la prima dose 291.068 persone; di queste, hanno concluso il ciclo vaccinale in 145.722. La giornata di venerdì si è conclusa con oltre 6.100 somministrazioni. Procede, intanto, anche nel fine settimana la somministrazione di prime e seconde dosi negli hub, nei punti vaccinali e ad opera dei medici di medicina generale mentre da domani prende il via anche la campagna vaccinale nelle aziende.

Nel dettaglio, a ieri mattina, in provincia di Foggia, hanno ricevuto la prima dose: 48.565 persone estremamente vulnerabili; 15.857 caregivers; 38.064 persone ultraottantenni; 50.937 persone di età compresa tra 79 e 70 anni; 61.760 persone di età compresa tra 69 e 60 anni; 61.066 persone di età compresa tra 59 e 50 anni; 36.954 persone di età compresa tra 49 e 40 anni. Ad oggi i medici di medicina generale hanno somministrato, in tutto, 124.750 dosi di vaccino.

POLICLINICO RIUNITI FG

Al Policlinico Riuniti di Foggia presso il Poliambulatorio Vaccinale dell’UOC Igiene del plesso D’Avanzo, da lunedì 7 giugno sono state vaccinate 1.983 persone: 403 con condizioni di vulnerabilità, 45 conviventi di pazienti ad alto rischio, 172 adulti di 60 anni di età e più, 18 operatori scolastici (seconda dose), 27 tra operatori sanitari non ancora vaccinati e studenti di area sanitaria che iniziano il tirocinio nel mese di giugno. Sono 1.318 le persone vaccinate con meno di 60 anni.

ASL TARANTO

Continua la campagna vaccinale nella ASL Taranto. Nella giornata di ieri, sono state effettuate quasi 2.600 vaccinazioni suddivise: 533 presso l’hub SVAM a Taranto, 650 a Massafra, 615 a Grottaglie e 800 a Manduria. Questa mattina, invece, prevista l’apertura straordinaria degli hub di Taranto drive through Porte dello Ionio, Manduria e Massafra dalle 9 alle 13 per la somministrazione della seconda dose di vaccino AstraZeneca ai soli over60, ovvero nati prima del 31/12/1961, che hanno già ricevuto la prima dose tra il 20 febbraio e il 17 aprile e non hanno usufruito dell’anticipo della vaccinazione prevista nelle scorse settimane.