“L’Università italiana nel 21° secolo”, convegno a Bari

12

Convegno Tis-Apulia il  30 maggio 2022 presso il Dipartimento di Informatica dell’Università

BARI – La ricerca sviluppata nelle università assume grande rilevanza nel governo del cambiamento. E’ pertanto necessario pesarla, orientarla verso priorità non rinunciabili. L’Università Italiana ha iniziato a avere una valutazione a partire dalla Riforma Gelmini (legge 240) nel 2010 e l’istituzione della Agenzia ANVUR. Molta strada deve essere ancora percorsa. I ricercatori italiani nel ranking di Stanford 2021 sono circa il 2% del totale, contro il 40% degli USA. Cina e India intanto, sono sempre più prolifiche nella ricerca grazie ad enormi investimenti.
L’Associazione pugliese TIS-Apulia, nata nel 2019, su modello anglossasone, si pone di costruire una rete e una strategia comune utile con lo scopo di creare un network di scienziati affermati o emergenti con caratteristiche di “eccellenza”. Su ciò, è stato organizzato il convegno, “L’Università italiana nel 21° secolo”. L’iniziativa è in programma lunedì, 30 maggio 2022, ore 8.30, presso il Dipartimento di Informatica dell’Università di Bari (campus universitario). L’evento vede la partecipazione di Tis Apulia, Uniba, Poliba, LUM, Regione Puglia.
Il convegno intende partecipare temi di comune interesse dell’Università e della ricerca, con particolare riferimento a PNRR; valutazione della didattica; valutazione ricerca VQR; Riforme concorsi, ASN, statuti università e CDA, quote rosa; dipartimenti di eccellenza; dottorati industriali e collaborazioni con aziende pugliesi; collaborazioni scientifiche interdisciplinari.
La giornata si svilupperà secondo il seguente programma:
Ore 8:30. Saluti autorità: Presidente Regione Puglia, Michele Emiliano. Magnifici Rettori Appulo-Lucani: proff. Stefano Bronzini, Francesco Cupertino Pierpaolo Limone, Fabio Pollice, Antonello Garzoni, Ignazio Marcello Mancini.
Ore 9:15. Introduzione ai lavori: prof. Michele Ciavarella, PoliBA
Ore 9:45. Relazione invitata: prof. Antonio Uricchio, presidente ANVUR, “L’esperienza della valutazione a dieci anni dall’istituzione di ANVUR”
Ore 10:45. Relazione prof. Renzo Rosso, Politecnico di Milano. Presentazione libro “Morte e resurrezione dell’Università italiana”
Ore 11.30. Relazione invitata: prof. Giorgio Metta, direttore Istituto Italiano di Tecnologia: “il modello organizzativo IIT”
Ore 12.30. Relazione prof. Luca Biferale, delegato ai rapporti istituzionali ERC-Italy,
Prof. Theoretical Physics, University of Rome ‘Tor Vergata’ “dati relativi alla performance degli ERC italiani”
Ore 13.30. Relazione prof. Eugenio Di Sciascio, già Rettore PoliBA, vice-sindaco di Bari “Città come ecosistema e laboratorio dell’innovazione”.
Ore 14.00. Relazione prof. Alessandro Bertolino, UniBA “Multidisciplinarietà nella ricerca in Schizofrenia”
Ore 14.30. Presentazione recenti progetti giovani ricercatori pugliesi vincitori di bandi ERC: prof. Antonio Papangelo, PoliBA “Adesione controllata da vibrazioni”.
Ore 15.00. Relazione prof. Maurizio Bifulco, Università Federico II Napoli su “Commenti sulla didattica e la valutazione della didattica”
Ore 15.30. Relazione Attilio Guarini e Sabino Ciavarella, IRCCS Ist Tum.Giov.Paolo II, Bari, “Il modello della medicina di oggi: dal medico al biologo passando per l’ingegnere e il matematico”.
Ore 16.15. Relazione prof. Mauro D’Amato, LUM, “Riflessione sull’utilita’ di criteri bibliometrici”
Ore 16.45. Relazione Silvia Pellegrini, Regione Puglia, “La politica della Regione puglia di sostegno alle Università: l’esempio di RIPARTI e di Pass laureati”
Ore 17.00. Tim Parks presenta il libro “Italian life. Una fiaba moderna di amori, tradimenti, speranze e baroni universitari”.
Ore 17.30. Relazione prof.ssa Cinzia Zuffada, NASA (USA) “We are ISSNAF”.
Ore 17.45. Relazione Gabriele Ciavarella, PoliBA, “La valorizzazione del merito degli studenti nell’Università Pubblica italiana”
Ore 18.00. Tavola Rotonda: “La ricerca italiana in una prospettiva globale”. Modera: Libero Manna.