Castrì di Lecce, Marangiane in Festa si rinnova alla vigilia dei 18 anni con nuovi piatti e tanta musica

locandina marangiane in festa

Il programma

LECCE – Dal 27 al 30 luglio Castrì di Lecce torna ad esplorare i sapori della tradizione gastronomica locale e le musiche popolari con la 18esima edizione di Marangiane in Festa.
Come ogni anno, la Pro Loco di Castrì si prepara ad organizzare quattro serate ricche di gusto, allegria e novità: piazza Paperi a Castrì, infatti, diventerà il regno dell’ortaggio estivo più versatile in assoluto, la melanzana.

Grandissimo l’impegno dei volontari Pro Loco che studiano e ricercano con attenzione le ricette più gustose da presentare ai tantissimi avventori della sagra: oltre ai must che ogni anno riempiono gli stand, come la classica parmigiana e le sagne ‘ncannulate fatte in casa con l’impasto di melanzane, quest’anno si potranno degustare tante novità, ogni sera diverse, come le melanzane a salsa, le ballerine di melanzane, le melanzane in agrodolce e gli involtini di melanzane, questi ultimi vincitori di un contest realizzato lo scorso 6 maggio alla presenza di una giuria di noti giornalisti del territorio che hanno giudicato i piatti e votato i preferiti che quest’anno saranno i protagonisti della sagra. Ogni sera, poi, sarà possibile mangiare la moussaka, la nota ricetta greca che comprende uno sformato di melanzane fritte, carne macinata e besciamella, da servire come secondo piatto o piatto unico.

Marangiane in Festa è anche la prima sagra salentina con la presenza di uno stand senza glutine: qui le pietanze saranno disponibili anche per chi è allergico al glutine e al lattosio permettendo cosi davvero a tutti di assaporare i sapori tipici locali e godersi al 100% la festa.

A coronare l’atmosfera festosa delle quattro serate, non può mancare un programma di concerti che abbraccia la musica d’intrattenimento e quell popolare per dar vita ad infinite danze sotto il cielo stellato:

Venerdì 27 i live si aprono con gli Alla Bua, gruppo che nasce dalle esperienze più tradizionali della cultura musicale salentina e formato inizialmente tra le ronde della storica festa di San Rocco a Torrepaduli, nelle notti itineranti del canto pasquale di Santu Lazzaru, nelle tipiche feste delle curti fatte di vino, voci spiegate e incessabili tamburelli. Tra questi suoni si sono uniti i sei componenti del gruppo, provenienti da vari paesi del Salento, con la comune coscienza di sentire propria l’eredità della musica popolare, appresa direttamente nelle proprie case e con la grande passione di suonarla, tramandarla e divulgarla.

Sabato 28 sarà poi la volta del divertentismo con i Rewind, un gradito ritorno sul palco di Piazza Paperi per ballare sulle più celebri hit dance del passato.

Domenica 29 si balla ancora con i Zimbaria, che fondono la taranta ad atmosfere celtiche e rock. Il risultato è un ritmo che travolge col tamburello e l’evoluzione vocale e strumentale della pizzica/taranta.

Lunedì 30, per la serata conclusiva, calcherà il palco Antonio Castrignanò, il musicista salentino, voce e tamburo della Notte della Taranta, che vanta collaborazioni con artisti del calibro di Stewart Copeland, Mauro Pagani, Giuliano Sangiorgi, Goran Bregovic e molti altri divenendo nel tempo uno dei personaggi simbolo della riscoperta tradizione musicale del Salento.

Prodotti locali, piatti genuini e squisiti, musica della tradizione e divertimento: questa è la ricetta di Marangiane in Festa, che da 18 anni conquista i palati dei salentini e dei turisti da ogni dove.