Castellana Grotte, ripresi i lavori nei cantieri pubblici

31

sottopasso

I dettagli

CASTELLANA GROTTE (BA) – La “fase 2” per i lavori pubblici del Comune di Castellana Grotte è già realtà. Nella mattinata di lunedì 4 maggio si sono susseguiti una serie di sopralluoghi ed interventi da parte del Sindaco Francesco De Ruvo, dell’assessore ai Lavori Pubblici Franca de Bellis e dell’assessore all’Impiantistica Sportiva Luisa Simone per verificare lo stato dell’arte di diversi cantieri.

Si parte dal sottopasso, cantiere ripartito prima del 4 maggio 2020 grazie all’intervento dell’Amministrazione Comunale presso il Prefetto di Bari, i cui lavori sono stati oggetto di un sopralluogo dell’assessore Franca de Bellis e della responsabile del settore lavori pubblici l’Architetto Marcella Marrone.

Subito dopo il Sindaco Francesco De Ruvo ha voluto visitare personalmente il cantiere della Villa Comunale, ripartito solo questo lunedì e molto atteso dalla cittadinanza, che prevede di riportare agli antichi splendori i giardini pubblici con il caratteristico chalet.

Contemporaneamente, sempre nella mattina del 4 maggio, è ripartito il cantiere di riqualificazione dell’antica fontana di Via Mazzini oggetto di interesse anche dell’assessorato alla Cultura in quanto la fontana era già stata candidata alla nona edizione del concorso “I Luoghi del Cuore” del FAI – Fondo ambientale italiano. La fontana è stata installata nel 1952, in sostituzione della prima fontana dell’Acquedotto Pugliese di Castellana Grotte, inaugurata, a sua volta, il 28 luglio 1924 in piazza Saverio De Bellis. Fu costruita utilizzando alcuni pezzi lapidei provenienti dalla vecchia. Accanto alla fontana c’è un magnifico cedro del Libano che, avendo raggiunto dimensioni notevoli, ha compromesso la stabilità e la fruizione della stessa ed ora grazie a questo cantiere l’area sarà rimessa in sicurezza e riportata agli antichi splendori.

Parallelamente sono ripresi i lavori di sostituzione di parte degli infissi della Palestra Angiulli che segneranno a breve la riconsegna della struttura alla cittadinanza oggetto di lavori importanti per l’impermeabilizzazione del tetto e la sostituzione della caldaia. A darne notizia questa volta il vicesindaco e assessore con delega all’Impiantistica Sportiva Luisa Simone. A fine lavori la palestra sarà nuovamente fruibile agli sportivi della città con tutti i confort necessari.

Nel frattempo sono terminati i lavori della recinzione dello Stadio Azzurri d’Italia e nel giro di qualche giorno saranno effettuati ulteriori lavori di completamento per l’omologazione dello stadio agli standard della LND – Lega Nazionale Dilettanti. Ma le novità non finiscono qui: ammessi a finanziamento regionale ulteriori lavori allo Stadio Azzurri d’Italia richiesti direttamente dalle associazioni sportive nel corso dell’incontro con l’assessore Simone e con l’assessore ai Servizi Sociali Maurizio Tommaso Pace intitolato “Facciamo squadra per lo sport”. Il progetto prevede di riqualificare gli spazi non utilizzati dello stadio per creare un centro sportivo polifunzionale che sia attento anche e soprattutto alle fasce disagiate della società per contrastare i fenomeni di emarginazione, devianza ed avviare un percorso di inclusione anche con soggetti diversamente abili. In programma la creazione di un campo da tennis, la creazione di locali nella parte sottostante le tribune e la sistemazione della pineta dello stadio.