Al via oggi “CassanoScienza”, il festival degli studenti

45

Più di 30 appuntamenti dal 2 all’8 maggio con ospiti internazionali per parlare di Creatività e Sostenibilità

CASSANO DELLE MURGE – Torna “CassanoScienza” il primo festival scientifico italiano di divulgazione gestito dagli studenti, che dal 2 all’8 maggio 2022 trasformerà il liceo “Leonardo da Vinci” di Cassano delle Murge, in provincia di Bari, in un’agorà del sapere.

Questa ottava edizione dedicata a sostenibilità e creatività, riconosciuta dal Ministero dell’Università e della Ricerca tra i migliori progetti di diffusione della cultura scientifica (D.D.1662/2020 – PANN20_00102) vede come capofila l’IISS Da Vinci, l’agenzia di divulgazione scientifica “Multiversi aps” e il Comune di Cassano delle Murge, arricchendosi della collaborazione di numerose altre realtà del territorio e nazionali (Fondazione Umberto Veronesi, AIRC, INFN di Bari, la rete StartNet Network, Club Unesco, Lions, Presidi del Libro), oltre che del Comune di Acquaviva delle Fonti.

Nel corso della settimana gli studenti, nella veste di divulgatori, trasformeranno la scuola in un grande laboratorio da presentare a visitatori esterni e alle scolaresche provenienti dai paesi limitrofi. Le aule muteranno il loro aspetto abituale, diventando laboratori interattivi gestiti dalle varie classi, e gli spazi comuni saranno luogo di confronto ed esposizione. L’auditorium ospiterà quotidianamente un gran numero di divulgatori, ricercatori scientifici ed esperti di livello nazionale ed internazionale in vari ambiti disciplinari come Roberta Villa, Marco Ferrari, Beatrice Mautino, Agnese Collino.

Cassanoscienza è un evento intrecciato con la sperimentazione didattica “Oltre le discipline”, un’Idea del Movimento delle Avanguardie educative dell’INDIRE, di cui l’Istituto “Leonardo da Vinci” è capofila.

Sarà una settimana densa di iniziative in programma dalla mattina alla sera. Oltre all’Istituto Leonardo da Vinci, gli eventi interesseranno piazza Aldo Moro a Cassano delle Murge e palazzo De Mari ad Acquaviva delle Fonti.

Sostenibilità e creatività sono le parole chiave di questa edizione di “CassanoScienza”. Il filo conduttore di conferenze e laboratori è l’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, che con i suoi 17 obiettivi sottoscritti nel settembre 2015 dai governi dei 193 Paesi membri dell’ONU, propone un vero e proprio programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità.

Una caratteristica del festival sono i laboratori interattivi tenuti dagli studenti, ogni giorno dalle ore 8.30 alle ore 13. Si tratta di 27 laboratori che affrontano i 17 obiettivi dell’Agenda 2030, declinati da ciascuna classe in maniera originale. Tra questi anche “Inquinamento e salute” a cura della Fondazione Veronesi e “Cervelli Fumanti a cura dell’Airc.

Si parte oggi, lunedì 2 maggio 2022 alle ore 11 con una conferenza di presentazione del festival nell’auditorium “Maria Lassandro” con Chiara d’Aloja, dirigente scolastico dell’Istituto, Maria Pia Di Medio, sindaco di Cassano delle Murge, Davide Carlucci, sindaco di Acquaviva delle Fonti, luogo dove il festival si trasferirà nella giornata di domenica. E ancora: Alessio Perniola, direttore dell’associazione Multiversi, Giuseppina Lotito, dirigente dell’Ufficio III dell’USR, Francesco Tarantini e Domenico Nicoletti, presidente e direttore del Parco Nazionale dell’Alta Murgia.

Nel pomeriggio, alle ore 18:00, la giornalista scientifica Roberta Villa terrà una conferenza on line dal titolo “Comunicare bene la scienza”. Tra gli ospiti della seconda giornata (03 maggio) ci sono Maria Valeria Mininni, architetto e ricercatrice di ecologia che parlerà di “Paesaggio e sostenibilità” (ore 9:00); Doretta Bevilacqua Gilkes, membro del progetto Foster+Partners, per parlare di “Sustainability and creativity in modern architecture” (ore 11:00); Davide di Martino, architetto laureato in ingegneria terrà la conferenza “Ecology and urbanism” (ore 16:00). Da non perdere lo spettacolo “Stand up for science: ma cosa ti dice la testa” (ore 18:30) di e con Alberto Agliotti e Francesco Giorda. Il 4 maggio saranno ospiti Vicky Gravinese, ex studentessa della scuola, ricercatrice e apicoltrice pugliese col suo intervento “Come le api salveranno il mondo” (ore 9:00); Francesco Giordano, docente presso il Dipartimento di Fisica dell’Università degli Studi di Bari con la conferenza spettacolo: “Più spazio alla sostenibilità” (ore 11:00); il giornalista, divulgatore e autore televisivo Marco Ferrari, che terrà la conferenza: “Come costruire un alieno” (18:00). A seguire, l’appuntamento con “Un selfie con le stelle”, a cura del planetario di Bari.

Giovedì 5 maggio, si continua con: Eleonora Macchia, selezionata tra le Top 10 candidate della XVII Edizione del premio “L’Oréal Italia Per le donne e la scienza” presenta “Donne e STEM: Sognando parità”, iniziativa proposta dal club UNESCO (ore 09.00). A seguire Antonio Ottomanelli, Anna Vasta e Giovanna de Cillis con la conferenza “Pensieri etici. Immagini di sostenibilità” (ore 11:00).

Nel tardo pomeriggio, alle 18.00, Agnese Collino, premio nazionale divulgazione scientifica 2021 parlerà di “Poliomielite, la malattia da 10 centesimi”. La giornata si chiude con Alessio Perniola, direttore di Multiversi che terrà una conferenza-spettacolo: “Ecologia H24” (ore 20:00).

Venerdì 6 maggio la giornata si apre con Matteo Gaspari, laureato in astrofisica e cosmologia, fumettista, che parlerà de “La scienza nel fumetto” (ore 09:00); le classi IIA e IIC del liceo scientifico “Leonardo da Vinci” presenteranno il loro progetto sulla scienza a fumetti: “Science in ballons” (ore 11:00); si continua con Alessandra Castegna, professoressa di Biochimica clinica presso l’Università degli Studi di Bari, che terrà una conferenza dal titolo come “Combattere il tumore insegnando la buona educazione al sistema immunitario” (ore 16:00). Si chiude in “bellezza” con uno dei più seguiti divulgatori scientifici sui social Beatrice Mautino, biotecnologa con dottorato di ricerca in Neuroscienze e un master in comunicazione della scienza che parlerà di trucchi, inganni e bugie sui cosmetici (ore 18:00).

Sabato 7 maggio si comincia con Davide Serini ex studente del liceo, ora ricercatore scientifico nell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, che terrà la conferenza “Esplorando l’universo” (ore 09:00) e poi Danilo Vona, ricercatore di Scienze chimiche e molecolari presso il Dipartimento di Chimica dell’Università di Bari Aldo Moro, parlerà de “La biologia per produrre nuovi materiali” (ore 11:00).

Nel pomeriggio, il festival va fuori dalla scuola: a partire dalle ore 18:00 inizia la fiera della scienza, che trasforma la piazza Aldo Moro di Cassano in un laboratorio all’aria aperta, dove si potrà assistere ad esperimenti ed esperienze scientifiche. L’intera cittadinanza sarà chiamata ad interagire nelle varie dimostrazioni per vivere l’esperienza in prima persona. Sempre sabato, alle 20:00, si terrà, in piazza Aldo Moro, la premiazione dei vincitori del concorso “Scienza in azione Liliana Pietroforte” e, a seguire, l’esibizione della band d’Istituto, a cura di studenti e docenti.

Infine, domenica 8 maggio, la manifestazione si sposta ad Acquaviva delle Fonti a Palazzo De Mari (sala anagrafe) con l’ultimo incontro “Le meraviglie”, a cura di Ilaria Tontardini dell’associazione Hamelin (ore 16:30). A seguire, dibattito con Rocco Saldutti, presidente de “Il circolo del grillo parlante”, Raffaele Fiantanese, docente del liceo e Francesca Mastrogiacomo. A partire dalle ore 18:00, si terranno letture a voce alta nella biblioteca comunale di Acquaviva.

Gli appuntamenti sono tutti ad ingresso libero (per alcuni è necessaria la prenotazione). Info https://www.liceocassano.edu.it/