A Canosa di Puglia arriva la stele daunia sottratta al traffico illegale di reperti

64

CANOSA DI PUGLIA – Arriverà a Canosa oggi, in concomitanza con le Giornate Europee dell’Archeologia, la stele daunia acquistata nel 2017 in un’asta a Londra dalla Fondazione Apulia Felix Onlus. Dopo essere stata esposta in una serie di musei della Puglia, da Bovino a Ordona, Monte Sant’Angelo e Foggia, grazie all’interesse della Fondazione Archeologica Canosina e della Direzione regionale Musei nazionali Puglia, la stele sarà esposta presso il Museo Archeologico Nazionale di Canosa di Puglia per tutta l’estate.

La mostra Immagini della Daunia, esempi di partecipazione sarà inaugurata sempre oggi, giovedì 13 giugno alle ore 18.00 e mostrerà per la prima volta al pubblico anche un frammento di stele donato al Museo da uno dei soci fondatori della FAC, Pasquale Terribile nel 2012.

Si tratta di una stele che, come molte altre, è stata frutto di uno scavo clandestino e, poi, immessa nel commercio antiquario.