Brindisi, Elezioni amministrative 20-21 settembre: criteri scelta scrutatori

34

BRINDISI – In ordine alle consultazioni elettorali in oggetto la CEC, nella seduta del 30/07/2020, ha stabilito che procederà alla nomina di nr. 326 scrutatori effettivi e di nr. 150 supplenti tra gli iscritti all’Albo. Il 50% dei 326 scrutatori effettivi sarà scelto tra coloro che avranno, a seguito di apposito avviso pubblico (da pubblicare all’albo pretorio on-line e sul sito del Comune), presentato istanza di disponibilità ad assumere l’incarico di scrutatore e che siano in possesso dei seguenti requisiti:

a) essere regolarmente iscritti all’Albo degli scrutatori del Comune di Brindisi;
b) avere un reddito lordo familiare complessivo, da attestare con autocertificazione contenuta nell’istanza, per l’anno di imposta 2019, non superiore ad € 11.494,00, elevato di € 1.033,00 per ogni componente del nucleo familiare oltre il richiedente. Potrà essere presentata una sola domanda per ogni nucleo familiare.

– Le istanze potranno essere presentate a partire dal giorno di pubblicazione del bando all’albo on-line dell’Ente e sino alle ore 12,00 del giorno 18 agosto 2020;
– Anche il modello di domanda (Allegato 2) sarà pubblicato sul sito del Comune www.comune.brindisi.it, e sarà disponibile anche presso l’Ufficio Elettorale del Comune;

– Le istanze dovranno essere consegnate a mano presso l’Ufficio Protocollo del Comune di Brindisi (allegando, a pena di irricevibilità, copia del documento di identità) ovvero a mezzo posta elettronica certificata, in formato.pdf (allegando, a pena di irricevibilità, copia del documento di identità) all’indirizzo servizidemografici@pec.comune.brindisi.it.

– Non verranno prese in considerazione istanze prive di firma, del documento di identità, che siano state inviate da indirizzo di posta elettronica non pec o siano state inviate ad indirizzo di posta elettronica diverso da quello indicato nel bando ovvero inviate oltre i termini stabiliti.
Il Comune effettuerà i controlli previsti ai sensi dall’Art. 71 del D.P.R. 445/2000 circa la veridicità delle dichiarazioni sostitutive rese e che in caso di dichiarazioni false o non veritiere, saranno applicate le nonne penali di cui all’articolo 76 del medesimo D.P.R.

– Il restante 50% degli scrutatori effettivi e tutti gli scrutatori sostituti, o percentuale maggiore in caso di insufficienza delle domande di cui al periodo precedente, verrà sorteggiato tra tutti gli iscritti all’albo.