Barletta, primo appuntamento con “Il Maggio dei libri”

37

locandina incontro con veneziani

Apertura con Marcello Veneziani

BARLETTA – Si anima a Barletta il “Maggio dei libri” organizzato dall’Amministrazione comunale con la regia della biblioteca “Sabino Loffredo”. Obiettivo dichiarato: accrescere l’interesse collettivo per la lettura, fulcro del progetto nazionale promosso dal Ministero per i Beni, le Attività Culturali e il Turismo e dall’omologo apparato statale competente per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca.

La prima tappa di questo articolato itinerario di crescita socio/culturale conduce nella Sala Rossa “Vittorio Palumbieri” del Castello, dove alle ore 18 di giovedì 2 maggio Marcello Veneziani, presenterà “Nostalgia degli dei. Una visione del mondo in dieci idee”. L’opera letteraria, edita da Marsilio per la collana “Nodi”, sviluppa la traccia narrativa del giornalista, scrittore e saggista biscegliese nell’analisi di significativi temi chiave rappresentati, in mero ordine alfabetico, da anima, civiltà, comunità, destino, dio, famiglia, mito, patria, ritorno, tradizione.

Riporta il sito IBS.it: Per la prima volta collegati in una compiuta visione del mondo, Veneziani propone i temi affrontati nell’arco di quarant’anni di studio e ricerca. Nel corso dei secoli, le divinità si sono fatte idee, principi fondamentali per la vita e per la morte, amore per ciò che è superiore, permanente e degno di venerazione. Oggi una società schiacciata su un presente assoluto, in cui nessuna differenza è accettata, sembra aver spazzato via anche gli ultimi limiti necessari alla loro sopravvivenza: il confine che protegge, il pudore che preserva, la fede che è amore per la Luce. Come in una galleria di gigantesche figure di marmo, l’autore osserva e racconta le dieci divinità che hanno fondato il pensiero e l’esistenza dell’uomo. E nel tracciarne i profili ne svela il senso recondito, la loro necessità fuor di metafora per ricominciare a «pensare anziché limitarci a funzionare» nella vita di tutti i giorni. Attingendo a una costellazione di pensatori che da Platone e Plotino passa per Vico e Nietzsche, fino ad arrivare a Florenskij ed Evola, nel suo lungo percorso di scrittore Veneziani conserva quella nostalgia del sacro che consente agli uomini di uscire dal loro mondo e dal loro tempo, di riconoscere i propri limiti e trascenderli, di trovare orizzonti, tutori e aperture oltre la caducità della nostra esistenza.

L’incontro sarà preceduto dal saluto istituzionale del vice sindaco Marcello Lanotte e moderato da Oronzo Cilli.

Il programma completo del “Maggio dei libri” è disponibile su www.comune.barletta.bt.it