Bari: nel 38° anniversario dell’omicidio dell’appuntato Giuseppe Filippo, deposizione di una corona di alloro presso il toponimo stradale e cerimonia nell’atrio della Questura

logo Bari

Ecco com’è andata

BARI – Questa mattina, nel 38esimo anniversario dell’omicidio, il vicesindaco Pierluigi Introna, in presenza del gonfalone della città di Bari, ha deposto una corona di alloro presso la targa stradale che ricorda l’appuntato della Polizia di Stato Giuseppe Filippo, medaglia d’oro al Merito civile e vittima del terrorismo, ucciso dal gruppo Prima linea il 28 novembre del 1980 mentre rientrava a casa dal servizio.

Alle ore 12 il sindaco Antonio Decaro, alla presenza dei familiari, ha partecipato alla cerimonia di commemorazione nell’atrio della Questura, dove è affissa una targa in memoria dell’appuntato Giuseppe Filippo.

In questa giornata la città di Bari ricorda la morte di Giuseppe Filippo, un appuntato semplice, un uomo dello Stato scomparso 38 anni fa per mano del terrorismo, una pagina triste della nostra storia che ha tenuto in ostaggio il Paese per tanti anni – ha dichiarato il sindaco Decaro durante le cerimonia -. Un periodo oscuro che pensavamo di aver cancellato per sempre e che invece, qualche anno fa, altre forme di terrorismo legate al fanatismo religioso ha riproposto drammaticamente costringendoci nuovamente a fare i conti con la paura. Oggi purtroppo abbiamo dovuto reintrodurre nel nostro vocabolario parole come terrorismo, fascismo, aggressione, anche qui nella nostra città, qualche mese fa sono accaduti episodi spiacevoli che noi tutti dobbiamo contrastare in maniera ferma e decisa. Anche per onorare il ricordo del lavoro e dell’abnegazione dell’appuntato Giuseppe Filippo, morto per mano del terrorismo e del fanatismo politico”.