A Bari “ImparoAImparare con il Cinema”

11

 Il 24 ottobre prende avvio il progetto “ImparoAImparare con il Cinema” in collaborazione con la cooperativa “I bambini di Truffaut” e il Comune di Bari. Previsti cinque incontri-proiezioni aperte a studenti ed educatori per crescere insieme

BARI – Una scuola di formazione per formatori. “Scuola Popolare ImparoAimPARARE” è un progetto, giunto al settimo anno di attività, ideato dalla Cooperativa sociale “I Bambini di Truffaut” con l’Istituto comprensivo Grimaldi-Lombardi e finanziato dall’assessorato alle Politiche educative giovanili e del lavoro del Comune di Bari, che mette il cinema al centro di un percorso educativo e aggregativo rivolto soprattutto agli educatori (genitori, insegnanti, catechisti, ecc.) con l’obiettivo di renderli propagatori di un modo di educare, spendibile nelle scuole, nelle famiglie, nelle parrocchie, sul territorio.

La “Scuola Popolare ImparoAimPARARE” prevede cinque momenti di approfondimento sul cinema sociale, nell’Istituto Grimaldi-Lombardi e in altri luoghi del Municipio 3 di Bari, con proiezioni di film che fanno i conti con temi forti dell’educazione (famiglia, diversità, scelte, giustizia, social network, donne, genitori e figli e tanto altro), introdotte da educatori e professionisti del cinema e della didattica. Incontri gratuiti e aperti, in primis, agli studenti, ma anche (negli incontri pomeridiani) agli adulti che vorranno sperimentare un nuovo modo per confrontarsi sui temi che riguardano il futuro e le giovani generazioni. Il cinema è un mezzo per costruire una comunità, un potente veicolo di aggregazione ed educazione che può contribuire alla crescita sana dei ragazzi in un contesto libero e democratico: una via già percorsa con successo negli ultimi dodici anni da “I Bambini di Truffaut”.

Il primo dei cinque incontri del progetto incentrati sul cinema sociale si terrà martedì 24 ottobre alle 16 nell’auditorium dell’IC Grimaldi-Lombardi e sarà intitolato “Dei loro silenzi e delle nostre (troppe) parole”: al centro il film Dear Frankie di Shona Auerbach, dramma del 1994 con Emily Mortimer e Gerard Butler su una giovane mamma che per nascondere la triste verità sul padre, coltiva col figlio sordo una pericolosa menzogna per proteggerlo. Si prosegue con il secondo appuntamento intitolato “I modelli quando hanno un peso”, martedì 31 ottobre alle 10.30 nell’auditorium dell’Istituto Comprensivo “Falcone e Borsellino”, con Dolcissime di Francesco Ghiaccio, tenera storia di bullismo e riscatto attraverso lo sport ambientata in una scuola italiana dei nostri giorni. Si torna nell’auditorium del “Grimaldi-Lombardi”, mercoledì 8 novembre alle 11, con “Gli altri, noi, il mondo”: protagonista un film molto amato dagli adolescenti di tutto il mondo, Noi siamo infinito di Stephen Chbosky, tratto dal romanzo epistolare Ragazzo da parete, scritto dallo stesso autore. Una pietra miliare del cinema indipendente americano degli anni Duemila, Little miss sunshine, diretto da Jonathan Dayton e Valerie Faris sarà al centro dell’incontro intitolato “Ognuno ha la famiglia che si merita”, nell’auditorium della Casa delle Culture, mercoledì 15 novembre alle 16. Il ciclo di proiezioni si concluderà mercoledì 29 novembre alle 11 nell’auditorium del IC Grimaldi-Lombardi con “Educarsi allo sbaglio”: appuntamento incentrato su Nevia di Nunzia De Stefano, storia di una adolescente della periferia di Napoli che prova a farsi rispettare in un mondo dove nascere donna non offre nessuna opportunità.

Questa sinergia tra IC Lombardi, Cooperativa e Comune di Bari è il primo passo di una collaborazione più intensa che prenderà corpo nella gestione per 36 mesi da parte dell’Ats Cooperativa Sociale I Bambini di Truffaut e Fondazione Giovanni Paolo II Onlus (a valere sul progetto “Rete delle Biblioteche”) della Biblioteca Lombardi, situata all’interno dell’omonima scuola del quartiere San Paolo, con l’attivazione di un servizio stabile di consultazione, prestito di libri e riviste, animazione alla lettura, laboratori, eventi e manifestazioni culturali aperti al territorio e alla cittadinanza con un’attenzione particolare ai minori, alle famiglie e alle fasce deboli della popolazione.

Info su ibambiniditruffaut.com.