Bari, nuovo bando Torre Quetta: assessore Palone lancia una consultazione pubblica

In definizione il nuovo bando

logo BariBARI – In questi giorni si stanno definendo i dettagli del nuovo bando per l’affidamento della gestione temporanea dell’area di Torre Quetta che sarà pubblicato nelle prossime settimane in vista della scadenza dell’attuale gestione.

Dopo il grande entusiasmo manifestato dalle migliaia di cittadini che nei mesi scorsi hanno vissuto la spiaggia cittadina, l’assessora allo sviluppo economico Carla Palone, nelle more delle verifiche tecniche degli ultimi dettagli del bando, ha voluto chiedere ai cittadini baresi, utenti di quell’area della città, un parere sui servizi offerti dall’attuale gestore, suggerimenti o proposte da inserire nel capitolato del nuovo bando.

Il link per rispondere al questionario è stato pubblicato sui canali social dell’assessora Palone e del sindaco Antonio Decaro.

Il questionario sarà valido fino alle 17 di mercoledì prossimo 4 ottobre, dopodiché i tecnici della ripartizione analizzeranno i risultati e si valuterà la possibilità di inserire le proposte di servizi migliorative che saranno parte del capitolato tecnico.

Tra pochi giorni pubblicheremo il nuovo bando per la gestione delle strutture della spiaggia di Torre Quetta – spiega l’assessora Palone su facebook – . L’anno scorso abbiamo scommesso sulla nuova vita di quell’area della città e il risultato ha superato di gran lunga le nostre aspettative, rendendo questa spiaggia, per tutta l’estate, uno dei luoghi più frequentati della città. In questi mesi, centinaia di famiglie, adulti, bambini, ragazzi hanno “occupato” e vissuto uno spazio pubblico che fino ad ora in tanti addirittura non conoscevano. Torre Quetta si è rivelato un posto ideale per fare sport, prendere il sole, festeggiare momenti importanti, trascorrere la giornata in compagnia di amici e gustare alcune specialità culinarie baresi. Torre Quetta è stata la dimostrazione di quanto i baresi vogliano vivere il nostro mare e la nostra costa e delle grandi potenzialità che questa ha per il nostro sviluppo economico. Per questo abbiamo voluto chiedere ai cittadini, agli utenti di questo spazio, di partecipare alla scrittura del bando, attraverso un questionario in cui è possibile offrire all’amministrazione comunale idee e proposte per aiutarci a migliorare i servizi offerti. Alla scadenza del tempo fissato, insieme ai tecnici della ripartizione analizzeremo le proposte pervenute dai cittadini e cercheremo di inserire le migliori nel capitolato del bando”.