Bari, approvata in consiglio comunale permuta aree caserma Rossani

municipio bari

Introna: “Atto importante per far partire i lavori del Parco”

BARI – Su proposta del vicesindaco e assessore al Patrimonio Pierluigi Introna, il consiglio comunale ha approvato la delibera relativa alla permuta di aree originariamente comprese nella ex Caserma Rossani attraverso uno scambio delle proprietà tra Comune di Bari e Stato (Ministero della Difesa) per il tramite dell’Agenzia del Demanio.

Il provvedimento, necessario per favorire l’accesso diretto dei cittadini al nascente parco urbano anche da via Giulio Petroni, riguarda di fatto l’acquisizione al patrimonio comunale di due aree attualmente di proprietà del Demanio di estensione complessiva pari a 469 mq e la contestuale cessione da parte del Comune, in favore del Demanio, di un’area di circa 612 mq.

Questo è un atto necessario all’avvio dei lavori del nuovo parco che sarà realizzato nella ex caserma Rossani per cui gli uffici hanno già espletato la gara e aggiudicato l’appalto – spiega il vicensindaco Introna -. Le aree oggetto di acquisizione sono due e sono ubicate all’ estremità dell’edificio che ospita gli alloggi del ministero della Difesa, contiguo a via Giulio Petroni. La prima area riguarda una porzione di suolo dove insistono un cancello carrabile e pedonale che permette l’accesso alla viabilità e al parcheggio interno, mentre la seconda è un piccolo vano tecnico in disuso da anni. In cambio di queste aree verrà ceduta al ministero una striscia di terreno, di valore economico identico alle aree acquisite, adiacente alla viabilità e al parcheggio interni. Lo scambio ci permetterà anche, nella fase di realizzazione dei lavori del parco di preservare tutte le alberature presenti su questo confine che risultavano parzialmente ricadenti nelle due proprietà confinanti, in parte comune ed in parte demanio. Grazie a un dialogo costante con il Ministero, siamo arrivati a definire i dettagli di questa permuta finalizzata da un lato a continuare a garantire l’accesso autonomo agli alloggi demaniali ancora presenti nella ex Caserma, dall’altro a prevedere anche su via Giulio Petroni due nuovi accessi pubblici a quello che sarà uno dei parchi più grandi della città”.