Aperitivi musicali al tramonto del Cotriero di Gallipoli: gli appuntamenti di giugno

194

GALLIPOLI – Anche a giugno sono in programma gli aperitivi musicali al tramonto del Cotriero di Gallipoli, località Pizzo. Giovedì 2 doppio appuntamento con il concerto di Valentina e il trio d’eau e le selezioni di Beirut World Beat. Composto da Valentina Negro alla voce, Salvatore D’Alba al piano, Giuseppe Spedicato al basso acustico e Ovidio Venturoso al cajon, il progetto Valentina e il trio d’eau propone una miscela sonora originale che ha dato vita ad un sound unico nel genere. I componenti provengono da mondi così lontani per le loro esperienze ma, allo stesso tempo, così coesi nel proporre una nuova formula sonora e descrittiva della musica, contenuta, appunto, nell’album di recente uscita. Melodie, armonie e ritmi, dalle provenienze molto lontane tra loro, trovano uno spazio comunicativo nei brani che vengono proposti nel loro ultimo album “Carillon d’amour”. Ideato e condotto da Salvatore De Simone, appassionato di world music, Beirut World Beat è un dj set che presenta un connubio inedito di suoni e fusioni dal Medio Oriente e dal Mediterraneo. Il pubblico si ritrova immerso in un’esperienza esotica e coinvolgente, accompagnato in un viaggio attraverso ritmi incalzanti e incanti sonori provenienti dal Medio Oriente arabo, Libano, Siria, Egitto, Iraq, Palestina, Nord Africa, Iran, India, Grecia, Turchia, Balcani ed Est Europa.

Domenica 5 selezioni musicali a cura di Marco Erroi aka XXXV Gold Fingers. Trarre ispirazione dal passato per interpretare il presente e studiare il futuro è la filosofia del dj e produttore salentino. Cofondatore di Common Series, label nata a Roma nel 2013 che rilascia solo sue produzioni contaminate da artisti e musicisti di varia estrazione, Erroi anche cofondatore e dj resident dell’itinerante Squat Party, nato nel Salento nel 2010. Un mix di organico e sintetico in cui le linee di confine tra naturale e artificiale vengono costantemente reinventate come in un viaggio dantesco alla scoperta del fantastico nel reale. Personalità aperta alle influenze assorbite durante i suoi vent’anni attività, nei suoi dj sets Erroi propone sonorità underground con sovrapposizioni ipnotiche di solchi house, techno, acid, funk, afro e ambient, dal retrogusto old-school.

Sabato 18 giugno dalle 17 (ingresso libero – info 3406662833) il Cotriero occoglierà l’attesa esibizione di Afrika Bambaataa, ambasciatore dell’hip hop nel mondo, uno dei primi dj a miscelare rap, afro, funk, rock e new wave. Originario del Bronx, quartiere di New York, lui, Grandmaster Flash e Dj Kool Herc sono considerati, infatti, i veri creatori del dell’hip hop, inaugurando negli anni ’70 party privati nei vari quartieri della città. Nella sua lunga carriera ha collaborato con James Brown, Kraftwerk, John Lydon, UB40, fondato la Universal Zulu Nation (un supergruppo di artisti hip hop provenienti da tutto il mondo per favorire le contaminazioni del genere), ispirato migliaia di dj e artisti e ha fatto ballare con pezzi storici come “Planet Rock” e “Renegades of Funk”. Un dj eclettico, un “sacerdote” che presiede un sacro rituale al motto di “pace, amore, unità e divertimento”. Ad aprire le danze e scaldare il pubblico del Cotriero ci penseranno in consolle il dj resident Vito Santamato, accompagnato per l’occasione da La Pam, e al microfono Rifle, Jakal e Mattune.