Anche il Consiglio Comunale di Castellana Grotte approva la mozione di solidarietà al modello Riace

il palazzo comunale di castellana grotte si tinge di rosa

I dettagli

CASTELLANA GROTTE (BA) – Approvata dal Consiglio Comunale di Castellana Grotte la mozione di solidarietà al Sindaco del Comune di Riace Domenico Lucano. L’atto di indirizzo, rivolto dal Consiglio all’Amministrazione Comunale, vede come primo firmatario il presidente del Consiglio Comunale Emanuele Caputo ed i consiglieri Maria Filomeno, Domenico Quaranta, Lello Longobardi, Emilio Sansonetti, Patrizia Caforio, Teresa Taccone, Antonella Manghisi e Francesco Valente e Davide Sportelli.

Riace è un comune di circa 1.700 abitanti della provincia di Reggio Calabria, noto per il ritrovamento, nel 1972, dei famosi Bronzi di Riace. Dal 2004, grazie alle politiche di accoglienza del sindaco Domenico Lucano, il paese e in particolare il centro storico ormai spopolato hanno concesso ospitalità a oltre 6mila richiedenti asilo provenienti da venti diverse nazioni, integrandoli nel tessuto culturale cittadino e inserendoli nel mondo del lavoro del piccolo borgo, ridando di fatto alla città di Riace una nuova vita. Nel borgo calabrese da tempo si pratica il sistema dell’accoglienza diffusa sulla base del progetto SPRAR, con i migranti ospitati in appartamenti indipendenti. Un modello che nel 2016 fruttò al sindaco Mimmo Lucano l’inserimento da parte della rivista Fortune al quarantesimo posto tra i 50 leader più influenti al mondo. Il modello dello SPRAR, lo stesso adottato anche dal Comune di Castellana Grotte sin dal 2016, ultimamente nello specifico caso di Riace è oggetto di indagini da parte della magistratura. Di qui la volontà del Consiglio Comunale di inviare la propria solidarietà.

Fermo restando che “le accuse rivolte al sindaco di Riace e i provvedimenti messi in atto sono atti della magistratura, ordine autonomo e indipendente da ogni altro potere, che il Consiglio comunale di Castellana Grotte non può che rispettare” si legge nella mozione, il Consiglio Comunale “riafferma la scelta di proseguire e ampliare anche nella nostra città l’impegno politico e amministrativo del progetto nazionale, in linea con gli obiettivi statutari della Città di Castellana Grotte all’insegna della sua tradizione di accoglienza e solidarietà”. Si invita inoltre, “l’Amministrazione comunale ad avviare la procedura per l’eventuale conferimento della cittadinanza onoraria del Comune di Castellana Grotte a Domenico Lucano, sindaco di Riace e simbolo dell’esperienza-modello di Riace che ha dimostrato come le migrazioni se gestite nel modo corretto possano essere una risorsa per il rilancio e la rinascita delle comunità locali”.

Soddisfazione è stata espressa dal presidente del Consiglio Comunale Emanuele Caputo a seguito dell’approvazione. “Il modello Riace – ha affermato – è la sintesi della grande inventiva italiana che si sublima in questioni come l’accoglienza e l’umanità. Una storia antica che prosegue anche oggi in numerose comunità che, per posizione geografica, vivono quotidianamente l’emergenza umanitaria dell’accoglienza. Con questa mozione la massima assemblea cittadina ha voluto sottolineare gli aspetti positivi dell’esperienza ideata con semplicità dall’uomo ed amministratore Domenico Lucano che in quasi tre lustri ha investito ogni energia per rispondere a questa emergenza richiamando, suo malgrado, l’attenzione del mondo intero e rispondendo in prima persona per le lodevoli iniziative intraprese. Personalmente continuo a sollecitarlo nell’accogliere il nostro invito a farci visita e sono certo che, quando la vicenda giudiziaria si sgonfierà come tante altre, l’intera comunità di Castellana Grotte sarà pronta a conferirgli l’onorificenza che ha meritato sul campo“.