A Taranto con un corso i pazienti oncologici si “Ri-Conoscono”

6

graziana fumarola

TARANTO – Prosegue il progetto “Salute e qualità di vita a Taranto” che, supportato da diversi sostenitori tra cui Fondazione con il SUD, vede una rete di enti non profit, con capofila Fondazione ANT, uniti per far fronte alla malattia oncologica a Taranto e nella sua provincia, con particolare attenzione ai quartieri sovraesposti ad agenti contaminanti e con un contesto sociale difficile, quali i Tamburi e Paolo VI.

Tra gli altri il progetto vede la partecipazione anche di “Punto di Inizio” Onlus, una associazione costituita a Taranto cinque anni addietro da Claudia Panessa – attuale presidente del sodalizio – con altri malati oncologici.

Nell’ambito del Progetto “Salute e qualità di vita a Taranto”, “Punto di Inizio” Onlus ha organizzato “Ri-Conoscersi”, un laboratorio di arte-terapia ideato e curato dalla psicologa Graziana Fumarola con il prezioso supporto e contributo della fotografa freelance Paola Ressa.

La partecipazione al corso, completamente gratuita, è riservata a dodici pazienti oncologici del territorio che riceveranno, direttamente presso il loro domicilio, un kit con il materiale necessario per il laboratorio.

Inizialmente previsto “in presenza”, infatti, il corso è stato rimodulato on line con i partecipanti suddivisi in due gruppi: il primo è partito il 25 maggio scorso con lezioni il martedì, mentre il secondo inizierà il 9 giugno prossimo con lezioni il mercoledì; a quest’ultimo gruppo è possibile ancora iscriversi contattando Graziana al 3479754814 o con mail a puntodiinizioonlus@gmail.com.

Per ogni gruppo sono previsti cinque incontri settimanali nei quali, attraverso l’utilizzo di varie tecniche di Arti Terapia, i partecipanti realizzeranno un prodotto artistico (poesie, disegni, collage, manufatto) con il materiale ricevuto in dotazione, realizzando così l’elaborazione individuale dei propri vissuti attraverso l’espressione artistica.

Tra un incontro e l’altro, inoltre, i partecipanti potranno elaborare e riportare sul diario ricevuto cambiamenti emozioni e sensazioni derivanti dal lavoro svolto, in totale intimità e riservatezza.

La psicologa Graziana Fumarola ha spiegato che «questo progetto nasce all’interno di una serie di interventi volti a porre il paziente, in quanto persona, al centro del percorso terapeutico sostenuto anche nella dimensione di benessere psicologico, non solo nell’aspetto di cure mediche e terapie farmacologiche. L’Arte Terapia, infatti, attraverso l’azione creativa e l’espressione artistica, aiuta il paziente oncologico a gestire l’ansia, lo stress e le emozioni dovute alla diagnosi di cancro e alle cure».

«L’obiettivo – ha poi detto Graziana Fumarola – è quello di migliorare l’umore e lo stato d’animo, di rafforzare la capacità di cooping e resilienza. La fruibilità del laboratorio in modalità online, inoltre, permetterà ai partecipanti di ridurre l’isolamento e le emozioni di solitudine legate al particolare momento storico e, seppur attraverso lo schermo, si favorirà un clima di condivisione e vicinanza».

La dottoressa Graziana Fumarola è una psicologa clinica di area oncologica della Associazione Punto di Inizio Onlus, esperta nei linguaggi espressivi e artistici, psicoterapeuta della gestalt e Analisi transazionale in formazione.

La fotografa freelance, Paola Ressa, è laureata in cinema al DAMS e diplomata in studi fotografici presso la fondazione studio Marangoni.

“Punto di Inizio” Onlus realizza eventi e attività a favore dei pazienti oncologici per fornir loro un momento di svago e di distrazione dalla malattia; si tratta di iniziative, se possibile, costruite su misura per il malato, con l’obiettivo di venir incontro alle sue necessità fisiche e psicologiche, non sostituendosi, ma affiancandosi, a organizzazioni, pubbliche e private, che prestano cure sanitarie e psicologiche.