A Barletta le Giornate Europee del Patrimonio 2021

8

 

BARLETTA – In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio 2021 sarà presentata alla Città l’esposizione nel Foyer del Teatro Curci dello storico gruppo scultoreo in pietra di Carovigno, composto da due figure femminili che sostengono lo stemma della città con corona a foglie lanceolate e quattro burelle, anticamente collocato sul prospetto principale della Galleria del Teatro Curci.

L’opera fu commissionata nel 1895 allo scultore Nicola Bassi di Trani per un costo di £. 1.340, dall’allora regio commissario di Barletta Lavazzeri Paolo Emilio, durante i lavori di restauro del teatro e di costruzione della galleria.

Collocato nel mese di luglio 1899 sul prospetto della facciata della galleria del Teatro Curci, il gruppo fu rimosso, per motivi ignoti, dal suo posizionamento originario nel 1960 ed abbandonato sulla gronda che cinge il terrazzo della galleria.

Allo scopo di garantirne la conservazione nel tempo e di restituirlo alla pubblica fruizione, il gruppo scultoreo frammentato in cinque pezzi ed in avanzato stato di degrado, su meritorio e deciso impulso del Sindaco Cosimo Damiano Cannito, è stato oggetto di un accurato intervento di restauro da parte della Cooperativa MU.RES di Barletta.

PIAZZA D’ARMI DEL CASTELLO
 “BARBARA FORIA SHOW” ore 20.30
Ingresso a pagamento con biglietto simbolico di € 3,00

Spettacolo teatrale della rassegna– “UNA STORIA D’AMORE – PALINSESTO UNICO ESTATE 2021” Progetto finanziato a valere Sul POC PUGLIA 2014/2020 – Azione 6.8

PINACOTECA “GIUSEPPE DE NITTIS”
 apertura prolungata della Pinacoteca Giuseppe De Nittis, dalle ore 20.00 alle ore 23.00, con biglietto di ingresso al prezzo simbolico di 1 euro.
 visita guidata gratuita su prenotazione al nuovo allestimento della Pinacoteca Giuseppe De Nittis con inizio alle ore 20:30.
 visita guidata didattica alla Pinacoteca De Nittis su prenotazione riservata ai bambini dai 5-8 anni con elaborato artistico finale.
RILEGGERE DE NITTIS”, IL NUOVO ALLESTIMENTO DELLA PINACOTECA
La Collezione donata dalla vedova Léontine Gruvelle De Nittis con testamento olografo, comprende un importante nucleo di opere di Giuseppe De Nittis che documentano in modo esaustivo le varie fasi della produzione artistica del Pittore barlettano e la sua dimensione all’interno del panorama dei più grandi artisti di fine Ottocento.
Questa grande ed importante donazione, così audace nel panorama italiano all’epoca, è stata oggetto di una nuova recente lettura tematica distribuita sui due piani del prestigioso Palazzo Della Marra nel centro storico della Città.
Il nuovo allestimento, progettato e curato dallo storico d’arte Prof. Renato Miracco dal titolo “Rileggere De Nittis, oggi” e inaugurato il 25 settembre 2020, cerca, infatti, di porre l’accento sulla contestualizzazione del pittore nella Comunità artistica di fine ‘800 a Parigi, considerata all’epoca il centro dell’Arte, e a Londra, che era diventata la Capitale economica del mondo.
La nuova veste della Pinacoteca Giuseppe De Nittis racconta le storie e gli aneddoti che emergono dalle opere esposte, assicurando una lettura stratificata adatta ad un pubblico non solo nazionale ma internazionale. In alcune sezioni i quadri di De Nittis sono messi a confronto con quelli di alcuni suoi artisti-amici, in particolare Édouard Manet, Edgar Degas, Gustave Caillebotte e James Tissot. Per dare al visitatore una visione più ampia della sua produzione inoltre, nel percorso sono inserite anche le riproduzioni di alcuni quadri di De Nittis presenti oggi nelle più importanti Collezioni e Musei del mondo: dalla Galleria Internazionale d’Arte Moderna di Venezia al Metropolitan Museum of Art di New York, dal Musée d’Orsay di Parigi alla Collezione Piceni di Milano, solo per citarne alcuni.
Nelle 17 sale del percorso in Palazzo della Marra si dipana, cosi, un preciso racconto doppiamente identitario, sicuramente didattico ma anche emozionale (i colori scelti per le sale sono tratti dalla palette del Pittore) che porta il visitatore a “vivere’ il racconto di un grande Artista italiano che aveva scelto di lavorare in Europa e che, come scrisse già nel 1877 Henry Houssaye, era «il capo se non il maestro della nuova scuola dei disegnatori dal vero all’aria aperta”. Un artista, che partendo da Barletta è ora internazionalmente riconosciuto come uno dei protagonisti del rinnovamento delle Arti in Italia ed in Europa alla fine del XIX secolo, un uomo strappato alla vita appena trentottenne “in fiera giovinezza, in pieno amore, in piena Gloria. Come gli eroi e i semidei”, come scrisse Dumas figlio, per l’epitaffio dell’artista amico.

ANTIQUARIUM E PARCO ARCHEOLOGICO DI CANNE DELLA BATTAGLIA
 CONCERTO GRATUITO ORE 18:00.
ESTRO VIVALDIANO I solisti e l’orchestra
A. Vivaldi: concerti per violini, orchestra d’archi e basso continuo da “Estro Armonico” op.3, “La Stravaganza” op.4
Solisti e Ensemble La Stravaganza
 APERTURA STRAORDINARIA DELL’ANTIQUARIUM 19.00 – 21.30.

BIBLIOTECA COMUNALE “SABINO LOFFREDO”
La Biblioteca “Sabino Loffredo” proporrà una mostra di documenti rari scelti dal Fondo Pergamenaceo e dal Fondo Manoscritti, che nel corso degli anni sono stati raccolti e conservati in Biblioteca, attraverso cui si potranno ripercorrere le tappe più importanti della storia della città. La mostra costituirà l’occasione speciale per visitare la struttura bibliotecaria posta all’interno del castello e le sale normalmente inaccessibili all’utenza.

 apertura straordinaria della biblioteca dalla ore 10:00 alle ore 13:00 e dalle ore 16:00 alle ore 20:00.
 mostra di documenti dal titolo “la storia di Barletta attraverso i documenti” .
 visite guidate su prenotazione dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e dalle ore 16:00 alle ore 20:00. massimo 20 partecipanti per fascia oraria (turni ogni ora).

DOMENICA 26 SETTEMBRE
GALLERIA TEATRO CURCI
 PRESENTAZIONE AL PUBBLICO DELLA RISTAMPA ANASTATICA DEL VOLUME “BARLETTA TRA IL GRANO E LA SABBIA. I PROGETTI PER IL PORTO” – ORE 11.00
Con la recente restituzione alla Città del ricostruito antico e glorioso trabucco di Barletta ed in prospettiva del prossimo allestimento del Museo Diffuso del Mare, si inserisce perfettamente la ristampa anastatica del volume “Barletta tra il grano e la sabbia. I progetti per il porto” catalogo della mostra documentaria sulla storia del Porto di Barletta. Uno studio realizzato dall’Archivio di Stato di Barletta e dato alle stampe a cura del Comune di Barletta nel 1984. Un testo, questo, fondamentale per le conoscenze del Porto di Barletta in chiave storica e scientifica, tanto più attuale in questo momento nel quale hanno avuto inizio lavori strutturali portuali per i quali, questo testo, è di centrale importanza.
La mostra ed il suo catalogo furono curati agli inizi degli anni ’80 da un pool di professionisti degli archivi e nessuno, in seguito, ha mai più così ben organicamente trattato l’argomento. Il lavoro, risultato di una lunga ed impegnativa serie di ricerche, rappresenta un valido strumento soprattutto per i giovani studiosi e ricercatori in grado di destare l’interesse e la sensibilità di coloro che hanno il desiderio e la curiosità di comprendere e valutare gli effetti, soprattutto culturali, che hanno unito da sempre Barletta al suo Porto.

PIAZZA D’ARMI DEL CASTELLO
 “IO, SHAKESPEARE E PIRANDELLO” – ORE 20.30
con GIORGIO PASOTTI
Ingresso a pagamento con biglietto simbolico di € 3,00

Spettacolo teatrale della rassegna– “UNA STORIA D’AMORE – PALINSESTO UNICO ESTATE 2021” Progetto finanziato a valere Sul POC PUGLIA 2014/2020 – Azione 6.8

PINACOTECA “GIUSEPPE DE NITTIS”
 visita guidata gratuita su prenotazione al nuovo allestimento della Pinacoteca Giuseppe De Nittis con inizio alle ore 17.00.
 visita guidata alla Pinacoteca De Nittis per persone non udenti con il supporto dell’interprete LIS in collaborazione con le associazioni di volontariato e di categoria.

ANTIQUARIUM E PARCO ARCHEOLOGICO DI CANNE DELLA BATTAGLIA
 ANTIQUARIUM E PARCO ARCHEOLOGICO DI CANNE DELLA BATTAGLIA CONCERTO GRATUITO ORE 11:00
ARIE SENZA PAROLE
Itinerario storico – archeologico – musicale
Quartetto d’archi La Stravaganza
Patrizia Labianca voce narrante

BIBLIOTECA COMUNALE “SABINO LOFFREDO”
 apertura straordinaria della biblioteca dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e dalle ore 16:00 alle ore 20:00.
 mostra di documenti dal titolo “la storia di Barletta attraverso i documenti” .
 visite guidate su prenotazione dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e dalle ore 16:00 alle ore 20:00. massimo 20 partecipanti per fascia oraria (turni ogni ora).