Salento: non solo sole, mare e discoteche

Presentato a Palazo Carafa il progetto “Salento: alimentazione e benessere”. Obiettivo: valorizzare i prodotti gastronomici della nostra terra a cominciare dalla festa di Sant’Oronzo

presentazione progetto 'salento alimentazione e benessere'LECCE – E’ stato presentato nei giorni scorsi a Palazzo Carafa, il progetto “Salento: alimentazione e benessere”. L’iniziativa, promossa dall’associazione Carpe Diem è stata approvata dal Senato della Repubblica Italiana.

L’obiettivo è quello di promuove il territorio salentino attraverso soprattutto i “tesori” della sua terra, vale a dire i prodotti tipici gastronomici.
Non esiste soltanto il doppio binario “mare-discoteche” nel Salento: il turismo va incrementato ed ampliato soprattutto sul piano della tradizione alimentare tipica del nostro territorio. E’ questo l’obiettivo di fondo del progetto che punta ad offrire ai turisti e ai visitatori un’offerta completa ed adeguata.

Rischiamo di perdere le nostre tradizioni culturali e gastronomiche – ha sottolineato il presidente di Carpe Diem, Giorgio Pala – Per questo intendiamo lanciare un input significativo ad istituzioni e mondo politico”.

Un messaggio raccolto dagli addetti ai lavori.
Da sempre – ha spiegato il senatore Francesco Bruni – l’associazione Carpe Diem è attenta ai problemi del territorio. E’ da qui che occorre partire per riqualificarlo e valorizzarlo”.

Soddisfazione è stata espressa anche dall’assessore del Comune di Lecce, Attilio Monosi: “Sono assolutamente in linea con il progetto di Carpe Diem: è necessario puntare con decisione sui prodotti tipici locali per rilanciare il turismo salentino”.

Spesso – afferma il presidente Provincia di Lecce, Antonio Gabellone – si parla di partecipazione. Ebbene, questa è la dimostrazione che se si ha voglia di fare si può partire dal basso rimarcando – come in questo caso – gli aspetti gastronomici, culturali e, più in generale, del benessere della nostra straordinaria terra”.

E’ l’ennesima testimonianza – sottolinea il consigliere della Regione Puglia, Saverio Congedo – di un impegno politico di questa associazione che lavora quotidianamente sul territorio. Questa iniziative servono anche a cercare di cancellare l’immagine distorta che qualcuno tenta di affibbiare al Salento a causa del fenomeno della Xylella. Dobbiamo continuare a battere su questo tasto per ricordare a tutti che il nostro olio è puro, è di qualità ed è buonissimo. Chiederemo alla Regione che nel Piano di sviluppo rurale venga inserita una misura ad hoc a favore dei prodotti gastronomici pugliesi e salentini in particolare”.

I consiglieri comunali Giordana Guerrieri e Antonio Lamosa hanno subito accolto la proposta dell’associazione Carpe Diem di inserire i prodotti tipici della nostra terra all’interno della tradizionale festa di Sant’Oronzo. Un suggerimento lanciato già la scorsa estate dalla stessa consigliera Guerrieri. L’argomento approderà presto nell’apposita Commissione.

Opuscoli e dépliant che illustrano la bontà dei prodotti tipici della gastronomia salentina verranno distribuiti nelle scuole e nelle Università con il coinvolgimento anche degli studenti della “Bocconi” di Milano e della “Luiss” di Roma

Alla conferenza stampa hanno preso parte anche Riccardo Caricato (vicepresidente Carpe Diem), Marco Stomaci (ideatore progetto) e Luigi Marra della New Basket Lecce.