Presentazione per “Women in Run Bari 2015”

La maratona benefica di Action Aid in programma il 29 novembre

women in run bariBARI – È stata presentata questa mattina a Palazzo di Città a Bari, alla presenza dell’assessore allo Sport Pietro Petruzzelli, “Women in Run Bari 2015”, il running flash-mob benefico nazionale organizzato dall’associazione Women in Run con la collaborazione di Action Aid, in programma domenica prossima tra le strade della città vecchia e del borgo murattiano, con partenza e arrivo a piazza San Ferdinando lungo un percorso di circa tre chilometri.

L’evento celebra la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne.

All’incontro sono intervenuti i rappresentanti delle associazioni Women in Run, Action Aid, Giraffa Onlus e Lilt (Lega italiana contro i Tumori) di Bari.

Women in Run, gruppo di donne senza paura che corre contro la violenza, è un progetto nato nel 2014, dopo un’aggressione subita da una donna podista in un parco di Milano, e si propone, attraverso la corsa, di sensibilizzare sui temi della sicurezza e della parità di genere. Per la centralità della figura della donna nella sua visione, Actionaid aderisce alla manifestazione e, beneficiando della raccolta fondi che sarà realizzata, punta a portare nelle scuole il progetto educativo-pedagogico “Nei Panni dell’Altra”. Per i più giovani, il progetto sarà articolato in una prima fase teorica, e in una seconda fase più pratica e ludica che si svilupperà attraverso giochi e piccoli esperimenti ed esercitazioni che aiuteranno i ragazzi a crescere in modo più sano e rigoroso.

“L’evento – ha detto l’assessore Petruzzelli – è una gara podistica non competitiva, che ha il merito di unire il momento sportivo e salutistico a quello ludico e associativo tra i partecipanti non dimenticando l’obiettivo primario di sensibilizzazione sui temi della sicurezza delle donne e della parità di genere. L’amministrazione ha sempre appoggiato, e continuerà a farlo con convinzione, le iniziative che combattono i pregiudizi e i troppi stereotipi che inquinano, spesso inconsciamente, il pensare comune; partendo dalle scuole. In questo senso, un’idea sarebbe regalare ai bambini una bambola e alle bambine un trenino, in modo da far comprendere loro che l’inversione dei ruoli uomo-donna è possibile”.

È prevista la possibilità di una libera donazione, che può essere effettuata on line sul sito di Women in Run o direttamente domenica mattina alla partenza della gara, in piazza San Ferdinando.