Zero5 Castellana Grotte: battuto Mesagne, primato confermato

adriana kostadinova

Ecco com’è andata

CASTELLANA GROTTE (BA) – Come previsto, gara avvincente e spalti gremitissimi per il primo derby di stagione della Zero5 Castellana Grotte vinto per 3 ad 1 in rimonta (20-25, 25-15, 25-17, 25-17) contro l’Appia Project di Mesagne nella quarta giornata del campionato nazionale di volley femminile di serie B2, girone H.

Quarta vittoria su quattro gare, punteggio pieno (12 punti) e leadership conservata in coabitazione con Castelbellino che ospiterà la Grotte Volley nella prossima di campionato. Insegue ad un punto Corridonia.

Simone Giunta schiera per il Mesagne Liguori opposta a Della Rosa, Carbone e Iacca al centro, Albanese e Cristofaro in banda, Galuppi libero. La nuova arrivata Martina Escher ha fatto la sua apparizione ma naturalmente deve ancora entrare nei meccanismi di squadra.
Ciliberti risponde con Loddo opposta a Di Bert, Salamida e Kabunda centrali, Monitillo e Kostadinova schiacciatrici, Giombetti libero. Entrate Stefania Recchia come secondo libero, Karol Milano in diverse occasioni e Monica De Mitri nel finale.

Partenza contratta della Zero5. “Abbiamo iniziato con il freno a mano tirato“, commenta l’ottima Monitillo, “eravamo un po’ tese, poi ci siamo sciolte ed è andato bene. Forse dobbiamo ancora prendere consapevolezza della nostra forza. Ma col tempo andrà sempre meglio“. La squadra ospite invece è molto determinata, sembra padrona del campo (10-13, 13-17) e conquista meritatamente il primo set per 20 a 25 lasciando ammutoliti i tifosi locali e festanti quelli brindisini.
Al rientro tutto cambia. A prendere in mano le redini del gioco e non mollarle più è la squadra castellanese che sul 6-3 imbrocca un 5-0 (11-3) che stordisce le avversarie. La pressione delle padrone di casa continua (18-7) ed a nulla servono i tentativi delle brindisine che subiscono un pesante 25-15.
Il terzo ed il quarto set sono molto simili e non solo per il risultato (25-17 entrambi), ma anche per l’evoluzione del gioco. Sul 10-9 del terzo e sul 9 pari nel quarto, va al servizio Palma Monitillo che sbaraglia la ricezione avversaria rendendo difficile il contrattacco o facendo ace. Nel terzo consente un break di 6-0, nel quarto addirittura di 9-0. Le brindisine fanno quello che possono trainate dall’ottima Cristofaro, ma non riescono a contenere le fast di Salamida e le bordate di Kostadinova (“Cerco di dare sempre il massimo e non è facile mantenere sempre alta la concentrazione. Era una partita difficilissima e l’importante è che abbiamo vinto“, dirà a fine gara).

Ecco il parere dei tecnici al termine della partita.
Simone Giunta, Mesagne: “Siamo una squadra giovane e ci sta fare set buoni ed altri meno. Dal secondo set siamo calati in ricezione e sono aumentati di molto gli errori. Dobbiamo lavorare su questo per dare la giusta connotazione al nostro campionato”.
Massimiliano Ciliberti, tecnico Zero5: “Nel primo set ci hanno messo in difficoltà in ricezione, poi siamo cresciuti al servizio e negli altri fondamentali e la partita è andata per il verso giusto contro un vero osso duro. Un giudizio sulle singole? Kostadinova e Monitillo si sono messe più in evidenza, ma anche Salamida ci sta dando molte soddisfazioni, così come Kabunda, infortunata nel riscaldamento o Giombetti, la stessa palleggiatrice. Loddo ha sentito un po’ la gara, ma le sue qualità le ha già mostrate“.