Xylella, Confagricoltura Puglia: “Bisogna rispondere alle esigenze di un comparto stremato da un ‘terremoto’ prima naturale e poi politico-amministrativo”

26

xylella-fastidiosa

Le dichiarazioni

BARI – «Bisogna rispondere alle reali esigenze di un comparto stremato da un “terremoto” prima naturale e poi politico-amministrativo, per questo auspichiamo un immediato via libera per il Piano di rigenerazione dell’olivicoltura della Puglia, al quale abbiamo da aggiungere ulteriori osservazioni utili a velocizzare la sua attuazione»: è quanto sostiene il presidente di Confagricoltura Puglia Luca Lazzàro.

Lazzàro, di recente, ha sollecitato sul tema il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano in previsione della seduta della Conferenza Stato-Regioni che si tiene nel pomeriggio di oggi, 15 gennaio.

L’obiettivo di Confagricoltura Puglia è alleviare lo smisurato peso economico dato dalla Xylella sulle imprese agricole. «E’ quanto mai necessario definire l’impegno finanziario che la Regione Puglia intende destinare a un complessivo piano di rilancio dell’olivicoltura salentina», spiega il presidente Lazzàro. «Considerate le dichiarazioni avanzate dal presidente Emiliano in più occasioni, e in particolare durante le manifestazioni di marzo 2019 a Lecce, l’intenzione sembra essere destinare queste risorse al rafforzamento della dotazione finanziaria della misura 4.1.c del PSR Puglia. Quest’ultima – precisa il presidente di Confagricoltura – necessita di un significativo apporto finanziario al fine di consentire un completo scorrimento della graduatoria, la quale, per fortuna, è priva di qualsiasi problematica giuridico-amministrativa e consentirebbe un’inversione di tendenza dell’economia salentina».

«Qualora la Regione Puglia non intenda far fronte agli impegni politicamente assunti, è opportuno attuare la riconversione colturale del territorio colpito dalla Xylella fastidiosa, utilizzare la misura 4.1.c del PSR, consentendo così lo scorrimento della graduatoria attualmente già disponibile». «E’ necessario – conclude Lazzàro – snellire le procedure e consentire una più celere fruizione delle risorse, evitando l’istruttoria di una nuova misura di fatto simile alla stessa 4.1.c.»

Sul tema è intervenuto anche il presidente nazionale di Confagricoltura, Massimiliano Giansanti.

«Ci attendiamo che nella Conferenza Stato – Regioni convocata per domani si dia il via libera al decreto attuativo del Piano di rigenerazione dell’olivicoltura pugliese devastata dalla Xylella», ha detto Massimiliano Giansanti auspicando che l’incontro possa essere determinante nell’affrontare il problema della fitopatia che ha colpito oltre 6,5 milioni di olivi. «Gli agricoltori pugliesi attendono con urgenza lo sblocco del decreto – ha aggiunto il presidente Giansanti – Nei diversi incontri, l’ultimo la scorsa settimana, abbiamo fornito le nostre indicazioni per l’ottimale allocazione delle risorse. Ora ci attendiamo che le istituzioni facciano la loro parte varando l’atteso provvedimento».