Weekend nel nome dell’arte e della letteratura al Mongolfiera Lecce

0

banner evento 15 gennaio

Una mostra collettiva di arte pittorica e la presentazione di un romanzo ambientato in Salento animeranno i pomeriggi di shopping nel centro commerciale di Surbo

LECCE – Con il nuovo anno si inaugurano le attività in programma per il 2022 al Mongolfiera Lecce che riprendono nel segno della cultura. Sono previsti infatti due appuntamenti nel prossimo fine settimana per gli appassionati di arte e letteratura. Si inizia sabato 15 gennaio, alle ore 17, verrà inaugurata la mostra collettiva “Le quattro stagioni dell’arte: inverno”, visitabile fino a domenica 23 gennaio, a cura dell’associazione Espressione Artistica di Trepuzzi presente con diversi membri dell’associazione e alcuni autori delle opere pronti ad interagire con gli appassionati di arte.

Domenica 16 gennaio Emma Margari, autrice del romanzo “Portami al sicuro” (edito da I libri di Icaro) presenterà la sua opera letteraria a partire dalle ore 17. Durante l’incontro con la scrittrice si potrà conoscere meglio la storia di Irene, giovane donna in fuga da Casarano, piccolo paese della provincia di Lecce in cui è nata la stessa autrice, e in fuga da una madre remissiva e un padre padrone. In città non va meglio, e a farla uscire da incontri con uomini sbagliati e amori tossici, una discesa nei circoli improduttivi dell’infelicità c’è Bianca, un’anziana donna in sedia a rotelle che deciderà di aiutare Irene e prendersi cura di lei in un viaggio tra evoluzione e tradizione, alla ricerca di una via di uscita.

Il centro commerciale Mongolfiera Lecce continua a valorizzare il lavoro e l’impegno degli artisti del territorio, e cerchiamo di coinvolgere tutte le sfaccettature del mondo dell’arte e soprattutto del talento che si esprime in innumerevoli modi” sottolinea la direttrice del centro commerciale, Daniela Salanti, che aggiunge “Il nostro impegno nel voler ospitare le associazioni e il modo più semplice per valorizzare i nostri talenti che meritano di essere conosciuti da tutti“.