Vienna Cammarota è a un passo dal Golfo di Manfredonia

77

Vienna CammarotaMANFREDONIA – “Un Tavoliere delle Puglie bello ma a tratti con ambienti degradati e borghi che si stanno svuotando”. E’ la denuncia di Vienna Cammarota, la Guida Ambientale Escursionistica di 67 anni, a un passo dalla storia. Vienna è partita a piedi, Lunedì 7 Novembre, dalla Valle dei Templi di Paestum e dopo 230 Km è ad un passo dal Golfo di Manfredonia, Parco Nazionale del Gargano. Oggi Vienna ha lasciato Foggia per percorrere a piedi altri 25 Km ed avvicinarsi alle porte della città di Manfredonia.

“Lungo il Tavoliere – ha detto Vienna – ho notato borghi molto belli ma che rischiano di svuotarsi e con l’avvicinarsi alle città si denota un certo stato di degrado. Sono stati invece salvaguardati i sentieri antichi e lungo il Tavoliere ne sono rimasti davvero tanti, li ho percorsi e sto continuando a percorrerli anche in queste ore. Sono rimasta però favorevolmente colpita dalla bellezza dei borghi, alcuni purtroppo non ho potuto visitarli ma i borghi del Tavoliere che, meriterebbero l’attenzione turistica sono davvero tanti e belli. Ho incontrato i contadini mentre stavano coltivando frumento. Particolarmente scenografici i sentieri antichi, pieni di verde e olivi”.

Adesso Vienna è ad un passo dalla storia, da una vera impresa. Domani potrà dire alla stampa di avercela fatta.

“L’ho fatto nell’anno del Giubileo della Misericordia perché sono convinta che il positivo sia in tutti noi – ha concluso Vienna Cammarota – l’ho fatto perché bisogna amare. L’ho fatto perché la diversità di culture è una ricchezza. L’ho fatto perchè l’Italia ha un territorio che merita di essere raccontato con i suoi borghi, le sue Montagne, le coste, i fiumi, i laghi. L’ho fatto perché nove anni fa il Gargano fu distrutto da un incendio e ci furono morti, l’ho fatto perché è l’Anno dei Cammini e l’ho fatto perché dobbiamo comprendere l’importanza del nostro patrimonio culturale “nascosto” in quella che spesso è definita l’Italia minore ma che minore non è. L’ho fatto per incontrare operai, insegnanti, famiglie, anziani, giovani, custodi, pescatori, maratoneti, contadini, ciclisti, suore, sacerdoti. Ed è un’Italia bella quella che ho incontrato. Ho bussato e mi è stato aperto. Ho incontrato un’Italia viva ma ferita e piena di speranza. E’ stato bello. Adesso domani potrò dire di avercela fatta e sarebbe bello raccontare tanto alla stampa che magari vorrà incontrarmi”.

Domani Vienna Cammarota raggiungerà le 300 Guide Ambientali Escursionistiche che stanno, in queste ore, arrivando da tutte le regioni italiane, nel cuore del Parco Nazionale del Gargano per partecipare alla XXIV Convention Nazionale delle Guide Ambientali Escursionistiche. Vienna raggiungerà l’Oasi Naturale Lago Salso di Manfredonia, in provincia di Foggia dove ad attenderla ci saranno centinaia di guide, i vertici istituzionali e del Parco, i vertici nazionali dell’Associazione Nazionale Italiana delle Guide Ambientali Escursionistiche, l’associazione ufficiale di categoria riconosciuta dal Governo Italiano.

Venerdì l’arrivo delle Guide Ambientali Escursionistiche dal Molise in Mountain Bike fino alla Puglia. Sabato l’arrivo delle Guide Ambientali Escursionistiche dalle zone terremotate, le quali porteranno testimonianze vive dai territori duramente colpiti dal sisma.

Sabato ci sarà inoltre la giornata ufficiale della Convention Nazionale a 9 anni dall’incendio del Gargano con la partecipazione di un parterre di grande livello.