Videosorveglianza presso l’Anfiteatro comunale e il Mu.Ra.: finanziato progetto

19

gianni dimitri

Il Comune di Noci primo nella graduatoria del Bando regionale per il finanziamento di sistemi integrati di sicurezza

NOCI (BA) – È stato finanziato con € 70.000,00 il progetto per la realizzazione del sistema di videosorveglianza presso le aree del Museo dei Ragazzi e dell’Anfiteatro Ex-Piscina Comunale. Il progetto, candidato a finanziamento nell’ambito dell’Avviso pubblico della Regione Puglia per la concessione di finanziamenti per la promozione di interventi volti a favorire un sistema integrato di sicurezza nell’ambito del territorio regionale – L.R. 67/2017, Art. 45 Attuazione D.G.R. n. 1262 dell’11.07.2018.

Il progetto candidato, primo nella graduatoria regionale, comprende una centrale operativa che andrà ad implementare quella collocata presso la sede della Polizia Locale; una infrastruttura per la rete di trasmissione video e dati su tecnologia radio e su protocollo IP, per il trasferimento delle riprese dalle postazioni alla centrale operativa; una piattaforma software dove monitorare e registrare i flussi video; una infrastruttura video composta da 7 postazioni fisse periferiche per il monitoraggio in continuo e in tempo reale delle immagini delle aree di interesse. Attraverso la centrale di controllo, sarà possibile visualizzare le immagini in tempo reale e le immagini registrate provenienti dalle telecamere fisse ad altissima qualità posizionate nell’area. La visualizzazione delle immagini avverrà mediante un monitor a parete, implementato già nel progetto “Noci Intelligent City”.

«Continuiamo nell’opera di migliorare e garantire maggior sicurezza – commenta il Sindaco, Domenico Nisi. – Per questo si rendeva necessario implementare un sistema integrato di sorveglianza in quell’area, al fine di individuare e punire coloro che recano danno al patrimonio pubblico. Il sistema di videosorveglianza in progetto garantirà l’interoperabilità tra la Sala Operativa della Polizia Locale e le Sale Operative delle Forze dell’Ordine, che sarà regolata attraverso un protocollo tra le centrali operative per l’accesso, la condivisione e la gestione delle risorse. Si trattava di un intervento necessario e atteso, che sarà possibile ora realizzare grazie all’ottenimento di questo finanziamento. Ringrazio i nostri Tecnici per il lavoro egregiamente svolto».