Triplo appuntamento tra musica, letteratura e teatro questo week-end al Circo della Farfalla, Circolo ARCI di Francavilla Fontana

32

locandina tenneriello

I dettagli

FRANCAVILLA FONTANA (BR) – Sabato 30 marzo c’è la presentazione di “La Bellezza del Caos”, la serie di racconti scritta da Leo Tenneriello. A introdurre la serata e dialogare con l’autore sarà Savino D’Andrea. Roberta Natalini leggerà invece dei brani tratti dal libro.
Venti racconti, venti vite ordinate e senza governo, deragliate, che ritrovano la via. Nudi racconti esistenziali, essenziali, surreali, etici e visionari. Tutto comincia con circostanze futili, consuete, per approdare allo svelamento della crisi d’identità, della solitudine, del disorientamento di una generazione senza causa e senza ribellione. Nella bellezza del caos ci sono coppie (moglie-marito, fratello-fratello, madre-figlio, uomo-donna, uomo-anima, scrittore-lettore, pittore-tela) che si perdono e si ritrovano. Piccoli fatti insignificanti che restituiscono a ogni personaggio l’essenzialità dei sentimenti, nascosta dietro la mediocrità del male e della paura di vivere.”
Leo Tenneriello nasce a Taranto. Laureato con lode in Scienze Politiche all’Università di Bari. Nel 1992 ha pubblicato “Individuo, massa e potere nella metamorfosi di Canetti” per Franco Angeli Edizioni – Democrazia e Diritto. In seguito ha pubblicato tre libri: “Metamorfosi e fuga” (2009) e “Sorella noia fratello nulla” (2013) per il Raggio Verde; “In amore siamo cose” (2015) per Pubblicazioni Italiane. Come cantautore ha all’attivo 6 (sei) CD: ControVerso (2006); Invisibili (2008); Viversi (2009); Basta Pagare (2011); Leo T. Kafka (2013), per il quale ha vinto il “Premio Speciale della Giuria” – Franz Kafka Italia; Wilde (2016). Ha presentato i suoi recital “Leo T. Kafka Live – canzoni per raccontare un grande scrittore” e “Wilde, dialogo col Genio” in diverse scuole, piccoli teatri, biblioteche, club ed associazioni culturali. Ha aperto concerti musicali (live) per Mariella Nava, Pacifico, Max Gazzè e Goran Kuzminac.
Appuntamento per le ore 19:30 presso la sede associativa in via Giancola, 4. INGRESSO GRATUITO

In serata ci sarà invece un appuntamento con la musica live, sul palco del Circo saliranno i Good moaning! La band pugliese presenterà il suo album d’esordio.
Musica sussurrata per non disturbare il respiro pesante del mostro nell’armadio, in bilico sull’orlo del precipizio oltre il quale si intravedono lande desolate e parchi abbandonati. “The Roost” è il sorriso che si rivela essere una gabbia di denti, ed è il limbo di sensazioni in cui il trio pugliese trasporta l’ascoltatore fra paesaggi sonori rarefatti, atmosfere sognanti ed esplosioni corali e liberatorie.
Edoardo, Davide e Lorenzo sono i Good moaning. Nel gennaio 2016 iniziano a scrivere e ad arrangiare i brani del loro primo EP “Hello, parasites” (luglio 2016),nel quale già si nota la propensione della band a proporre strutture non sempre convenzionali e l’attenzione ai contrasti dinamici ed emozionali fra psichedelia e sonorità più ruvide. Iniziano un’intensa attività dal vivo che li tiene impegnati fino alla pubblicazione di “Dawn”, singolo in anteprima su Ondarock che si discosta dai suoni aspri dell’EP per dare spazio ad ambientazioni dilatate e di stampo barrettiano. Nel 2018 inizia la produzione del primo full length, “The Roost”, in cui si avvalgono della collaborazione di Francesco Castrovilli (recording, mixing) e Marco Menchise (basso).
Appuntamento per le ore 22:30 presso la sede associativa in via Giancola, 4. INGRESSO CON CONTRIBUTO

Domenica 31, dopo lo straordinario successo dell’esordio, il Circo ripropone lo spettacolo “Ridendo e Smorfiando”!
La rappresentazione vuole essere, fin dalla sua ideazione a cura di Salvatore Buonomo, un omaggio al genio di Massimo Troisi, a quasi venticinque anni dalla sua scomparsa. Soprannominato in vita il “comico dei sentimenti”, ma anche “il Pulcinella senza maschera”, Troisi è stato un attore, regista, sceneggiatore che ha fatto la storia del cinema italiano nella seconda metà del secolo scorso. Le sue origini sono però ben radicate nel teatro e nel cabaret, iniziando la sua carriera artistica sul palcoscenico della cittadina campana in cui era nato. Qui, insieme a Lello De Caro ed Enzo Arena fondò il collettivo “La Smorfia”. Ed è proprio alle smorfie, oltre che all’anima ribelle e alla comicità di Troisi, che si ispira lo spettacolo di Buonomo, che salirà sul palco insieme a Lucrezia Ribecco, Giuseppe De Gironimo e Luciano Gennari, con l’assistenza tecnica di Enzo Galasso. Appuntamento per le ore 19:30 presso la sede associativa in via Giancola, 4. INGRESSO CON CONTRIBUTO. Per info e prenotazione dei posti a sedere contattare il numero 3202528031.

PAGINA FACEBOOK CIRCO: www.facebook.com/ilcircodellafarfalla.arci