Trevisi (M5S) sul Bilancio di previsione 2018

68

 

“GraveAntonio Trevisi il no al finanziamento del SIC mare a San Foca”

BARI – “Abbiamo cercato di migliorare il Bilancio di previsione 2018 presentando diversi emendamenti per la tutela dell’ambiente. Purtroppo tanti sono stati bocciati, ma abbiamo ottenuto anche risultati importanti”. Lo dichiara il consigliere del M5S Antonio Trevisi che, tra gli emendamenti approvati, ricorda quello grazie a cui l’AGER (Agenzia territoriale della Regione Puglia per il servizio di gestione dei rifiuti) potrà monitorare i costi di gestione del ciclo dei rifiuti nei comuni pugliesi con lo scopo di rilevare delle anomalie e contenere il costo del servizio.

Siamo soddisfatti – continua Trevisi – anche per i cinque milioni di euro che sono stati stanziati per una misura analoga a quella del reddito Reddito Energetico, oggetto di una nostra proposta di legge. La proposta prevede l’installazione d’impianti fotovoltaici forniti in comodato d’uso dalla Regione, sui tetti delle abitazioni delle famiglie a partire da quelle meno abbienti. Si tratta – aggiunge – di una iniziativa che permetterà ai cittadini di risparmiare sulla bolletta e al contempo di ridurre l’inquinamento investendo sulle fonti rinnovabili”.

Grave per Trevisi la bocciatura dell’emendamento con cui si chiedeva di finanziare il monitoraggio degli habitat marini nel tratto di mare compreso tra il SIC (Sito di Importanza Comunitaria) “le Cesine” e il SIC “Alimini”.

Si tratta – spiega il pentastellato – di un intervento che avrebbe potuto aiutare la Regione a contrastare l’arrivo di TAP a San Foca. C’erano tutte le possibilità di istituire tale il SIC nell’area interessata dalla condotta, dove è stata individuata la presenza su larga scala di massicci corallini e aree con affioramenti di biocostruzioni. Inoltre, gli studi condotti da TAP in fase di VIA e in ottemperanza alle prescrizioni con riferimento al coralligeno, hanno confermato come nell’area di intervento a circa -25 metri, su substrato solido, siano state evidenziate formazioni di alghe coralligene”.