Trani, la Fondazione Megamark premia undici progetti su tutto il territorio pugliese con 220 mila euro

140

Iniziativa all’interno di ‘Orizzonti solidali 2016’

giovanni-pomaricoTRANI – Laboratori di degustazione di olio evo tenuti da assaggiatori professionisti non vedenti, un bed & breakfast interamente gestito da giovani con la Sindrome di Down e dalle loro famiglie, tre cortometraggi realizzati con la partecipazione degli utenti dei servizi psichiatrici di Bari, Barletta e Grottaglie. Sono solo alcune delle iniziative che potranno essere realizzate in Puglia grazie al sostegno della Fondazione Megamark di Trani.

Sono in tutto undici i vincitori del bando ‘Orizzonti solidali’ promosso dalla Fondazione Megamark e finalizzato a sostenere lo sviluppo di iniziative negli ambiti dell’assistenza, della sanità della cultura e dell’ambienta da realizzare in Puglia. Rivolto agli operatori del terzo settore e giunto alla sua quinta edizione il concorso – con il patrocinio della Regione Puglia e del suo assessorato al Welfare e la collaborazione dei supermercati A&O, Dok, Famila e Iperfamila – ha registrato quest’anno un record di partecipazioni (215 progetti) e di richieste di finanziamento per un totale che sfiora i sei milioni di euro.

Di fronte alla crescente richiesta di aiuto di associazioni di volontariato, onlus e cooperative sociali e culturali pugliesi la Fondazione Megamark anche quest’anno fa un ulteriore sforzo e assegna 220.000 euro, superando la soglia dei 200.000 inizialmente previsti dal bando.
«Anche quest’anno ‘Orizzonti solidali’ ci regala intense emozioni e grandi soddisfazioni – dichiara Giovanni Pomarico presidente della Fondazione Megamark -; è un privilegio conoscere persone che si prodigano tanto per il prossimo. Le loro storie si intrecciano con le nostre invogliandoci a proseguire nel cammino intrapreso e spingendoci a fare meglio e sempre di più. Siamo partiti cinque anni fa con la prima edizione di ‘Orizzonti solidali’ erogando 100 mila euro per cinque progetti e abbiamo ogni anno aumentato l’impegno fino ad arrivare, oggi, a donare 220 mila euro. La scelta dei vincitori tra le centinaia di proposte è un’attività davvero impegnativa che affrontiamo col desiderio di esaudire quanti più sogni possibile».
Quattro i vincitori nella provincia di Bari: la cooperativa ‘Progetto 2000’ di Terlizzi con il progetto ‘Olio responsABILE’ darà l’opportunità ad assaggiatori professionisti non vedenti di tenere in Puglia e in Campania una serie di laboratori di degustazione di olio evo; si chiama invece ‘CARTA BIANCA’ il progetto con il quale l’associazione di promozione sociale Sinapsi di Bari si impegnerà a realizzare tre cortometraggi con la partecipazione degli utenti dei servizi psichiatrici di Bari, Barletta e Grottaglie; l’associazione di volontariato ‘Famiglia per tutti’ con il progetto ‘Biodiritti, spazio-coltura per una legalità sostenibile’ farà rinascere lo spazio verde della ex canonica della Chiesa di San Giorgio, a Loseto, quartiere periferico di Bari. La Onlus Acto (Alleanza Contro il Tumore Ovarico) di Bari realizzerà, infine, il progetto ‘RiNascita’, per offrire programmi gratuiti di make-up, consulenza nutrizionale e sostegno fisico e psicologico alle donne che combattono contro il tumore e alle loro famiglie.

Nella BAT, invece, sono due i progetti vincitori. ‘La salute in tutti i sensi’ dell’associazione ‘Form@llimac’ di Canosa di Puglia è rivolto agli studenti di alcune scuole primarie della provincia BAT e di Foggia e mira a sensibilizzare i bambini sui temi legati all’educazione alimentare; il progetto ‘Brico bebè’ proposto dall’associazione ‘Comitato Progetto Uomo’ di Bisceglie consentirà alle mamme in difficoltà, assistite dal centro di aiuto, di frequentare mini laboratori di cucito per imparare a realizzare manufatti per la primissima infanzia (copertine, cappellini, bavaglini ecc.).

Ancora due le iniziative vincitrici nella provincia di Lecce: ‘Arte per tutti’ proposto dall’associazione di promozione sociale ‘Poiesis’ di Copertino realizzerà un progetto finalizzato a promuovere la fruizione dell’arte alle persone con disabilità visiva: nello specifico darà vita a una riproduzione tattile e audio descrittiva del rosone della Basilica di Santa Croce di Lecce. La cooperativa sociale ‘Fatti di carta’ di Casarano invece con il progetto ‘Botteghe al centro’ darà vita a laboratori per l’apprendimento dei mestieri tipici del Salento (lavorazione della pietra leccese, della cartapesta, pittura della ceramica ecc.) rivolti a ragazzi e giovani segnalati dai Servizi sociali e dal Tribunale dei minori del territorio.

È di Maruggio, in provincia di Taranto, l’associazione di promozione sociale ‘Fuorigioco’ che, con il progetto ‘L’orto in campo’, si impegnerà a contrastare l’obesità in età pediatrica attraverso un programma che unisce la corretta pratica sportiva alla coltivazione dell’orto e alla trasformazione in cucina dei suoi frutti.

A Brindisi si aggiudica il finanziamento la cooperativa sociale ‘Osiride’ che con il progetto ‘…Follia in corsia’ permetterà ad alcuni disabili psichici di fare un corso di Clownterapia e di essere poi protagonisti di spettacoli per donare un sorriso ai bambini del reparto di Pedriatria dell’Ospedale ‘Perrino’ di Brindisi.

A Foggia il progetto ‘FormAbility’ proposto dall’associazione ‘Civico 21 Onlus’ avrà come protagonisti otto giovani con Sindrome di Down che gestiranno un bed & breakfast, col supporto delle loro famiglie; in più, si si occuperanno anche della somministrazione di alimenti e bevande usando piattaforme informatiche.

La presentazione ufficiale e la premiazione dei vincitori avverrà il prossimo mese di febbraio durante lo spettacolo di beneficenza che la Fondazione Megamark organizzerà al Teatro Team di Bari.