TEDxBarletta, al teatro “Curci” la conferenza statunitense sul tema Terra

presentazione conferenza statunitense sul tema terra

Appuntamento per il 4 maggio

BARLETTA – “Idee che meritano di essere diffuse”, è questo il motto di TED e Degli organizzatori di TEDxBarletta, la conferenza – spettacolo che si terrà a Barletta il 4 maggio prossimo, al teatro “Curci”, nell’ambito del circuito e marchio statunitense nato nel 1984 nella Silicon Valley con l’acronimo TED, Technology Entertainment Design.

A spiegarlo, stamani, nella sala giunta del palazzo di città, sono stati gli organizzatori e licenziatari locali di TED, Elio Palumbieri, Antonio Piazzolla, Claudio Bruno e Franco Dimiccoli.

Il tema affrontato sarà quello della Terra, nei suoi tanti e differenti significati e il simbolo utilizzato è quello di una impronta. Terra come radici e identità, terra come approdo e meta, pianeta condiviso e tanto altro.

A parlarne saranno speakers internazionali e barlettani che nel mondo si sono affermati con il loro sapere e la loro professionalità. Fra i barlettani ci saranno Rosario Nasca, che lavora alla sicurezza degli astronauti per la sede olandese dell’Esa, la European Space Agency e Luca Fortunato che gestisce in Abruzzo un centro che ospita donne vittime di tratta. Fra gli altri ci sarà anche il giornalista e scrittore Gianluca Daluiso e tanti altri che saranno annunciati più in là.

I biglietti sono per partecipare all’evento sono già in vendita on line e sono 100 perché esiste un vincolo numerico a cui gli organizzatori devono attenersi ma l’evento sarà trasmesso su tutti i canali sociali del circuito TEDX, solo quello di You Tube conta tre miliardi di visualizzazioni. L’idea, hanno detto gli organizzatori, è quella di “affacciare Barletta sulla finestra del mondo”.

Ci sono ragazzi che si portano nel mondo – ha detto il sindaco Cosimo Cannito e l’assessore alla Cultura Michele Ciniero – e nel mondo apprendono i cambiamenti in corso e poi li riportano a casa, arricchendo tutti noi e questo è importante e molto bello e per questo vi affianchiamo in questa iniziativa”.