Taranto, da domani “Coloriamo la nostra città” in sei scuole elementari

6

TARANTO – Come immaginano il loro parco giochi ideale i bambini di Taranto? A questa domanda intende rispondere in modo giocoso e gioioso la seconda edizione di “Coloriamo la nostra città”, l’iniziativa dell’Associazione Culturale “Tutto intorno a noi” APS che gode del patrocinio morale del Comune di Taranto.

Il progetto prevede una “Festa di fine anno” in sei scuole elementari della nostra città, durante la quale i bambini saranno chiamati a disegnare e colorare il parco giochi che vorrebbero fosse realizzato nella loro città, quello in cui sognano di andare a giocare con i loro amici e parenti; nella prima edizione dell’anno scorso fu chiesto ai bambini di disegnare il verde urbano della loro città.

Dopo questo momento creativo, ogni “Festa di fine anno” proseguirà con l’animazione per i bambini che potranno anche ballare con le canzoni del Djset di Michele Elmo; in ogni scuola, inoltre, i primi tre disegni scelti dalle insegnanti saranno premiati con una coppa, mentre gli altri riceveranno un attestato di partecipazione.

Questo il calendario del progetto “Coloriamo la nostra città”: lunedì 27 maggio presso la Scuola “Pertini” al Quartiere Paolo VI, martedì 28 maggio alla Scuola “De Amicis” a Talsano, mercoledì 29 maggio alla Scuola “Gabelli” al Quartiere Tamburi, giovedì 30 maggio alla Scuola “Consiglio” in Città vecchia, venerdì 31 maggio presso la Scuola “Sciascia/Tintoretto” a Talsano e, infine, venerdì 7 giugno presso la Scuola dell’Infanzia Sciascia Talsano; in ogni “Festa di fine anno” è prevista la partecipazione di un rappresentante dell’Amministrazione comunale a portare il saluto del Sindaco Rinaldo Melucci.

Annunciando il progetto “Coloriamo la nostra città” Michele Elmo, il presidente dell’Associazione Culturale “Tutto intorno a noi”, ha detto che «al termine dell’iniziativa i disegni segnalati dalle scuole saranno portati a Palazzo di Città per essere mostrati al Sindaco Rinaldo Melucci, un modo simbolico per presentare al primo cittadino i desideri dei bambini di Taranto!».