Studenti del Poerio protagonisti di 60 video clip musicali autoprodotti

6

orchestra poerio

FOGGIA – Il magico scambio tra docenti e allievi del Liceo musicale “Poerio” di Foggia, fondato sulla passione per la musica, non poteva fermarsi neanche in tempi di pandemia e distanziamento.

Sul canale Youtube dell’Istituto sono stati lanciati con l’hashtag #lamusicanonsiferma 60 video clip musicali che quest’anno hanno sostituito i tradizionali saggi di classe e gli attesi concerti pubblici di ensemble e orchestre.

In questo particolare momento storico i docenti hanno saputo continuare a prendersi cura dei loro allievi con grande professionalità e dedizione, dando ai ragazzi la possibilità di fare musica e di viverla come una vera e propria esperienza di produzione cinematografica e musicale.

Hanno sperimentato l’uso di strumentazione tecnologica audio e video che non ha soltanto accresciuto le loro competenze digitali, ma li ha guidati in una vera e propria produzione di tipo professionale che ha portato alla realizzazione dei video dalla elaborata e raffinata costruzione.

Abbiamo dedicato un filmato all’esibizione di ciascun allievo e poi ad ogni settore, dalla musica da camera ai vari strumenti, fino agli ensemble e all’orchestra, con i ragazzi che si sono confrontati nell’ultimo mese con una vera e propria attività di impresa musicale“, racconta il professor Angelo de Cosimo, docente di viola e musica d’insieme che ha realizzato tutti i contributi video della scuola.

Cimentarsi nel settore audio video ha consentito di valorizzare ancora di più i già numerosi talenti che frequentano il liceo foggiano.

Sono numerosissimi i concorsi ai quali hanno partecipato i nostri allievi – spiega la dirigente scolastica Enza Maria Caldarella – può sembrare una enormità, ma sono più di un centinaio ed in tutti hanno ottenuto risultati di eccellenza con primi premi, primi premi assoluti ed anche somme in denaro a favore dell’istituzione scolastica“.

I nostri ragazzi – aggiunge Gilda Poppa, referente del Liceo musicale Poerio, e coordinatrice del progetto insieme al professor Angelo De Magistris – sono meravigliosi: offri loro un’emozione e te la restituiscono triplicata. E questo magico scambio tra docenti e allievi trova nella musica il suo habitat naturale“.

Come molte volte accade, i limiti posti dalla realtà possono diventare risorse e così avviene al Poerio, dove i limiti imposti dalla situazione pandemica hanno stimolato brillanti risposte al bisogno fondamentale di allievi e docenti di manifestare il loro amore per la musica.