Sara Bevilacqua in “Stoc Ddo’ – io sto qua” a Campi Salentina

7

Sabato 7 maggio,  presso la sala Don Piero Serio, Sara Bevilacqua racconterà la storia di Michele Fazio, giovane vittima innocente di un regolamento di conti tra clan rivali

CAMPI SALENTINA (LE)  – Sabato 7 maggio (ore 21 – ingresso 10 euro/ridotto 8 euro) nella Sala Don Piero Serio, in  Piazza Libertà, a Campi Salentina, per “Padri, madri, eroi”, la compagnia Meridiani Perduti presenta “Stoc Ddo’ – io sto qua”, interpretato e diretto da Sara Bevilacqua. Il giovane barese Michele Fazio non ha ancora compiuto sedici anni quando viene colpito per errore durante un regolamento di conti tra clan rivali. La vita di Lella, da quella sera, muta radicalmente direzione. Giorno dopo giorno, con la sola presenza di madre ferita, impone le esigenze della giustizia ai clan, denunciando, testimoniando, puntando gli occhi negli occhi di chi vuole imporle il silenzio: io non fuggo, e nemmeno chiudo la porta di casa: “Stocddò”. Da dove, Lella, ha tratto la forza per combattere una guerra che non l’ha mai vista abbassare lo sguardo? Dall’esempio di sua mamma, cumma’ Nenette, donna determinata nell’educare i figli alla sostanza delle cose. Dal sostegno del marito Pinuccio, della famiglia e della gente del quartiere. Ma, soprattutto, dal dialogo mai interrotto con Michele, il garzone allegro, l’angelo di Bari Vecchia. Un dialogo, quello con suo figlio, che nessun ostacolo riuscirà mai a impedire, nemmeno la morte.

Meridiani Perduti è una compagnia che nasce a Brindisi nel 2009 da un’idea di Sara Bevilacqua e Daniele Guarini. Dal 2011 porta avanti un progetto di recupero della memoria storica attraverso un percorso di teatro narrazione che nasce da una approfondita ricerca condotta sul territorio. Meridiani Perduti è inoltre costante collaboratrice di importanti realtà nazionali, come la Compagnia del Sole di Flavio Albanese e Marinella Anaclerio. Collabora con Teatro Pubblico Pugliese e Fondazione Nuovo Teatro Verdi e la Coop. Thalassia, nell’ambito di Teatri Abitati. Le sue produzioni, ed in particolare i corti teatrali diretti ed interpretati da Sara Bevilacqua, sono stati insigniti di importanti premi nazionali come Teatro in.corto – Cada Die Teatro (Cagliari), TrenOff – Instabili Vaganti (Bologna) e Festival Teatri Riflessi (Catania).

“Padri, madri, eroi”, stagione promossa da Comune di Novoli, Teatro Pubblico Pugliese e Factory Compagnia Transadriatica, in collaborazione con Blablabla nell’ambito della rete Teatri del Nord Salento, si concluderà sabato 14 maggio (ore 21 – ingresso 10 euro/ridotto 8 euro) al Teatro Comunale di Novoli con “Addirittura padre” di Salvatore Cosentino. Il magistrato mette in scena il racconto delle emozioni vissute dalla nascita di un figlio. È il racconto, fondamentalmente autobiografico, di un pensiero astratto e distaccato -quello di mettere al mondo, in un imprecisato giorno, un figlio – che si fa “Addirittura” realtà. Con la partecipazione del piccolo Francesco Saverio Cosentino, lo spettacolo dà voce ed immagini ad emozioni contrastanti, uniche ed irripetibili, vissute nel continuo scambio di ‘messaggi’ e intese tra padre e figlio, sempre più consapevole ed infine vitale per entrambi. Ne deriva, infatti, la continua costruzione di un mondo condiviso, fatto di curiosità, di conoscenza, di divertimento, di complicità, di scoperta incessante, di cultura, di Amore.

Ingresso 10 euro – Ridotto 8 euro
Info e prenotazioni
3208607996 – 3290474358 – 3403129308