“Smart Siti” vince il Premio Lorenzo Toma

38

Michael Candido, Martino Castellana, Daniele Chirico e Antonio Scarnera sono i quattro ideatori e gestori dell’impresa

logo premio tomaLECCE – Sabato mattina, 28 Maggio, ha avuto luogo presso la sede in p.tta De Sanctis dell’Istituto “Galilei-Costa” di Lecce l’evento conclusivo della prima edizione del “Premio Lorenzo Toma”, un riconoscimento di 500 euro che la Famiglia Toma ha voluto devolvere alla migliore startup ideata e condotta dagli intraprendenti alunni della scuola salentina.

A vincere l’ambito premio è stato un gruppo di quattro componenti Michael Candido, Martino Castellana, Daniele Chirico e Antonio Scarnera i quali hanno dato vita esattamente un anno fa alla loro startup denominata “Smart Siti” che, come dice il nome stesso, realizza siti e portali web in modalità “smart” e con l’ulteriore caratteristica di essere “cuciti addosso” al cliente in maniera artigianale, con meticolosità sartoriale. Nel primo anno di vita i ragazzi hanno realizzato oltre 20 progetti per altrettanti clienti che, ad oggi, sono oltremodo soddisfatti, tant’è che la migliore pubblicità è rappresentata proprio dal passaparola dei clienti stessi. Oltre ad essere una bottega artigiana di progettazione, i quattro ragazzi salentini hanno dalla loro ottime capacità di programmazione (coding), gusto e competenze grafiche, freschezza creativa e prezzi molto competitivi.

I membri della giuria, composta da Carla Gentile, mamma di Lorenzo Toma e Responsabile Amm.vo Foto_premio3_sm.jpgdell’INFN Lecce – Istituto Nazionale di Fisica Nucleare), Debora de Falco – Servizio Amministrazione INFN Lecce e Fulvio Ricciardi – Servizio Calcolo e Reti INFN Lecce, hanno inoltre indicato i progetti che sono giunti rispettivamente al secondo e terzo posto, ossia “Island of Host” di Antonio Scarnera e “MaBasta” dell’intera classe 1°A del “Galilei-Costa”. Le altre 12 startup in gara sono state Netropolitana (quattro studenti di 5° anno); Lavori in Corso (cinque di 5° anno); SKS (quattro di 5° anno); SparpaPacco (due di 5° anno); EnJoy Traduzioni (studentessa di 5° anno); Salentour 4 Fun (intera classe di 5° anno); MasterProf (classe di 4° anno); Eventi X (classe di 3° anno); UGIT – U Give I Take (quattro di 3° anno); The S Land (classe di 2° anno); Rapolution (classe di 1° anno); Frisedda Salentina (classe di 1° anno).

Non solo, durante l’evento sono state presentate anche quattro micro startup fuori concorso, ideate e gestite dai ragazzi di quattro scuole medie del territorio e, precisamente, Lizzanello / Merine ha presentato “Tea-Shirt – La maglietta giusta per thè”, Cavallino / Castromediano la startup “Marchiting” che si occupa di progettare loghi e marchi, Trepuzzi Polo 2 che ha dato vita alla baby cooperativa “Trip Team” con cui offrire servizi alla cittadinanza, ed il “Galateo” di Lecce ha presentato la serie di iniziative intraprese con il nome “Quelli del Galateo” per trovare i fondi necessari alla pubblicazione del giornalino scolastico. Queste quattro belle e formative esperienze sono state realizzate in collaborazione con Daniele Manni, docente dell’Istituto “Galilei-Costa” e sono frutto del progetto “N2Y4 Startupping” (mai troppo giovani per creare startup).

«Il senso del Premio – ha raccontato Carla Gentile – è innanzitutto conservare una traccia di Lorenzo. Negli ultimi tempi era molto affascinato dal web e dalle start up, da tutto ciò che potesse essere originale e innovativo e sognava di avere l’idea geniale, quella che lo avrebbe portato al successo. Mi piacerebbe fosse destinato a ragazzi curiosi, appassionati ed entusiasti del loro progetto. Mi auguro che il Premio Lorenzo Toma possa essere un input affinché la start up prescelta possa evolversi e magari stabilizzarsi. Per la raccolta dei fondi destinati alle sette edizioni del Premio e all’acquisto del Defibrillatore che abbiamo recentemente donato alla scuola, desidero ringraziare la generosità dei miei colleghi dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare