Siglato il protocollo tra Comune di Bari e Rotary sud per la realizzazione di un itinerario turistico e culturale

3

sigla protocollo rotary

BARI – È stato siglato questa mattina dal sindaco di Bari, Antonio Decaro, e dal presidente del Rotary Club Bari sud Gennaro Ranieri il protocollo d’intesa tra il Comune di Bari e l’associazione Rotary Club Bari Sud per la realizzazione di un itinerario storico-artistico, turistico e culturale nell’ambito di politiche di valorizzazione del territorio.

Come noto, infatti, il Comune di Bari intende sviluppare un itinerario nella città vecchia lungo un percorso che ne attraversi i luoghi più significativi – quali la via Appia Traiana, il Fortino Sant’Antonio, largo Vito Maurogiovanni, Santa Scolastica, Santa Maria del Buon Consiglio, la Chiesa di San Gregorio, la Basilica di San Nicola, la Cattedrale di San Sabino, il Castello Svevo, Largo Chiurlia, il Teatro Margherita, l’ex Mercato del pesce e la Sala Murat – nel massimo rispetto del contesto esistente, ipotizzando e adottando, caso per caso, le soluzioni migliori per garantire la tutela e la valorizzazione del centro storico della città.

Il Rotary Club Bari Sud, dal canto suo, ha mostrato vivo interesse a contribuire, attraverso una collaborazione scientifica, all’elaborazione di nuove opportunità di valorizzazione dell’identità locale attraverso un approccio innovativo ed efficace volto a migliorare e potenziare i luoghi più rappresentativi della storia cittadina, in particolare quelli afferenti al distretto Rotary Bari Sud.

Per noi è importante avere la consapevolezza che esistono associazioni e soggetti che si mettono a disposizione della città e della comunità con un’iniziativa di pregio come questa – commenta il sindaco Decaro a margine della sottoscrizione –. Bari è anche questo, un insieme di cittadini e associazioni che si prodigano per gli altri e per far crescere tutto il territorio. In questo caso, inoltre, l’iniziativa tiene insieme sia l’aspetto culturale e storico della città sia la valorizzazione in chiave turistica dei nostri beni più importanti, così da ricominciare a lavorare e a programmare il futuro per quando il turismo riprenderà a pieno regime“.

Crediamo che la firma di questo protocollo assolva ad una delle mission più importanti dell’associazione – spiega il presidente Ranieri – ossia quella di mettere a disposizione della città la nostra capacità di progettare e di mettere a disposizione dell’amministrazione questa progettualità che può aiutarla a crescere. In questo caso la sinergia che si è creata tra il Rotary e l’amministrazione rappresenta il valore aggiunto che facilita la messa in pratica di idee e progetti che insieme si possono realizzare“.