Scuola: in Puglia è alto il numero di progetti eTwinning

11

puglia itcs viti de marco treggiano, bari

Nella regione una scuola si aggiudica il premio nazionale eTwinning 2021

BARI – Aprirsi a una nuova didattica innovativa basata su progettualità, formazione, scambio e la collaborazione, in un contesto multiculturale. Sono questi in estrema sintesi i progetti di collaborazione didattica tra scuole europee eTwinning, che si realizzano attraverso la più grande community europea dedicata all’apprendimento online. In Puglia l’azione europea registra negli ultimi anni un trend di crescita continuo.

È alto il numero dei docenti registrati, con 8.452 insegnanti iscritti, mentre i progetti didattici fra scuole sono arrivati a 5.297.

Fra le scuole eTwinning della regione Puglia un istituto scolastico risulta tra i vincitori del premio nazionale eTwinning 2021, sul totale dei 10 premi assegnati alle scuole italiane nell’ambito della Conferenza Nazionale del 15 dicembre e visibile sul canale Youtube eTwinning Italia https://www.youtube.com/channel/UCeW5PmN2zHymSOsfWSqw0gw e sul sito dell’evento (https://etwinning.indire.it/conferenze/conferenza-nazionale-etwinning-2021/).

Hashtag ufficiale dell’evento: #eTwPremi21

Il progetto premiato eTwinning nella regione Puglia

Per la categoria Scuola Secondaria di II grado un riconoscimento è andato al progetto “Young European Entrepreneurs”, realizzato dagli insegnanti Maria Grazia Fiume e Arianna Mastrogiacomo dell’ITET “De Viti De Marco” di Triggiano, Bari. Il progetto ha avuto come obiettivo principale aumentare la consapevolezza degli studenti sui temi della sostenibilità, digitalizzazione, diversità culturale e in relazione all’impatto che la pandemia di Covid-19 ha avuto sull’ imprenditoria, sui comportamenti dei consumatori e in generale sul mondo del lavoro. Il progetto è partito dall’analisi dei bisogni nei singoli paesi delle scuole partner, successivamente gli alunni sono stati impegnati nella simulazione della costituzione di aziende e l’ideazione di prodotti innovativi. Gli studenti sono stati protagonisti di tutte le attività assumendosi la piena responsabilità nello svolgimento dei compiti assegnati. Il risultato è stato lo sviluppo di competenze, l’applicazione di conoscenze pregresse in un contesto simulato, grazie alla collaborazione e all’interazione in gruppi nazionali e internazionali.