San Cesario di Lecce aderisce alla Giornata Mondiale Malattie Rare

10

San Cesario di Lecce ha illuminato la chiesetta di San Giovanni Evangelista, uno dei monumenti più antichi del paese

SAN CESARIO di LECCE – Anche San Cesario di Lecce partecipa alla giornata promossa da UNIAMO, la Federazione Italiana Malattie Rare Onlus e da Telethon “Accendiamo le luci sulle malattie rare”; iniziativa sostenuta anche dal Centro Nazionale Malattie Rare dell’Istituto Superiore di Sanità; il Vicariato di Roma; l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù e il Policlinico Agostino Gemelli sostengono l’iniziativa.
In occasione della giornata Mondiale Malattie Rare oggi, 28 febbraio, i monumenti più rappresentativi di diverse città italiane saranno illuminati per sollecitare l’opinione pubblica sul tema riguardante le problematiche sociali e cliniche di chi vive con una malattia rara.
Anche San Cesario ha scelto il suo monumento da illuminare: la piccola e antica chiesetta di San Giovanni Evangelista, risalente al 1.300 e da poco recuperata e ristrutturata. Il colore scelto è il blu.
“Abbiamo scelto la chiesetta di San Giovanni perché è il nostro monumento più antico, un gioiello incastonato nel centro storico – dice il sindaco Fernando Coppola – abbiamo deciso di illuminarla di blu perché è un colore che trasmette serenità e pacatezza e, al contempo, ricorda l’immensità del cielo e la forza del mare. Tutti elementi che trasmettono forti emozioni e favoriscono spunti di riflessione rispetto ad alcune situazioni molto difficili in cui si trovano coloro che coloro che convivono con una malattia rara, senza dimenticare le difficoltà affrontate anche dalle loro famiglie. Più siamo a sollecitare gli animi, più riusciremo a mantenere alta l’attenzione dell’opinione pubblica su questo grave problema Da parte di un primo cittadino mi sembra doveroso”.