Ryanair ora investe sulla Puglia

Il legame tra la Puglia e Ryanair si rafforza sempre di più: all’aeroporto di Bari e a quello di Brindisi, infatti, sono in arrivo nuove rotte grazie al vettore low cost. In particolare, Ryanair proporrà un inedito collegamento tra Brindisi e Parigi Beauvais, in Francia, ma sono previsti anche voli per Katowice, in Polonia, e per ben due scali tedeschi, quello di Memmingen e quello di Berlino Tegel. Le novità sono state rese note in una conferenza stampa che ha visto la partecipazione di Michele Emiliano, presidente della Regione Puglia, e di Tiziano Onesti, presidente di Aeroporti di Puglia.

Le novità per i viaggiatori pugliesi

Nel corso della conferenza, a cui hanno preso parte anche il responsabile commerciale di Ryanair David O’Brien, l’assessore allo Sviluppo Economico Loredana Capone e l’assessore ai Trasporti Gianni Giannini, sono state illustrate anche le nuove tratte che riguardano l’aeroporto Bari: cinque le destinazioni che si aggiungono, e cioè Budapest, Praga, Milano Malpensa, Cracovia e Bordeaux. Ma non è finita qui, perché per la stagione invernale è in programma un ulteriore arrivo: il collegamento tra Bari e Cuneo, in Piemonte.

Ryanair investe sulla Puglia

Quello effettuato da Ryanair, dunque, è un vero e proprio investimento nei confronti della Puglia, anche dal punto di vista economico. D’altro canto, non sarà più la Regione Puglia a farsi carico della spesa, ma l’onere è stato assunto da Aeroporti di Puglia: non più i 12 milioni di euro previsti in precedenza, ma una cifra compresa tra i 7 e gli 8 milioni. L’accordo sarà rinegoziato periodicamente, a dimostrazione di come siano alle spalle gli scontri che in passato avevano visto protagoniste la Regione e la compagnia irlandese. Lo stesso Emiliano ha messo in evidenza come sia stato decisivo il ruolo ricoperto da Ryanair ai fini dello sviluppo del successo del turismo pugliese.

Volare low cost da e per la Puglia

Anche Onesti, dal canto suo, ha messo in risalto l’importanza dell’apporto dei vettori low cost, non solo per la crescita del traffico aereo in regione, ma anche e soprattutto per il consolidamento della Puglia come marchio, in Italia e all’estero. Per il momento Ryanair tra Brindisi e Bari gestisce 47 rotte, di cui 28 internazionali e 19 nazionali, incidendo sul traffico passeggeri complessivo per quasi il 50 per cento. Il vettore irlandese mette a disposizione voli diretti verso la Puglia provenienti da 12 Paesi, per un totale di 47 città. Per il prossimo anno si prevede il trasporto di circa 4 milioni di clienti, con ricadute positive per il turismo e per l’indotto, senza dimenticare i 3mila posti di lavoro creati.

Parkos e l’aeroporto di Bari

Buona parte di questi passeggeri si muoverà in macchina e avrà bisogno di un parcheggio aeroporto Bari: ecco perché sta riscuotendo sempre più successo il servizio di Parkos, un comparatore online che offre l’opportunità di prenotare un posto auto all’aeroporto Bari, eventualmente usufruendo del servizio di car valet o richiedendo il trasporto in bus navetta fino al terminal. Con Parkos è davvero semplice individuare nei dintorni dell’aeroporto Bari il posto in cui lasciare la propria macchina: tutte le proposte che vengono messe a disposizione sono corredate da una descrizione accurata e riportano anche le recensioni dei clienti precedenti. Così, i nuovi utenti hanno la possibilità di verificare le esperienze di quelli che li hanno preceduti.

Per l’aeroporto Bari parcheggio è sufficiente mettere a confronto le diverse opzioni suggerite da Parkos: i prezzi dei fornitori possono essere ordinati dal più basso al più alto o dal più alto al più basso. Inoltre, i parcheggi vengono classificati a seconda della loro distanza dall’aeroporto. Il servizio è disponibile sia per Bari che per Brindisi, ma anche per tutti gli altri aeroporti più importanti del nostro Paese.

PR