Rischio sismico, architetti e ingegneri in 7 piazze della Capitanata

diamoci una scossa 2019 copertina

“Diamoci una scossa”, i gazebo dove chiedere informazioni per rendere più sicura la propria casa. Domenica 20 ottobre a Foggia, Manfredonia, Vieste, Lucera, Mattinata, Ischitella e Cerignola

FOGGIA – In 7 piazze di altrettante città della Capitanata, domenica 20 ottobre 2019, architetti e ingegneri saranno a disposizione dei cittadini nell’ambito della seconda Giornata Nazionale della prevenzione sismica. In provincia di Foggia, grazie alla collaborazione tra l’Ordine degli Architetti e l’Ordine degli Ingegneri, i gazebo e i professionisti ai quali poter chiedere informazioni sul rischio sismico saranno presenti nella città capoluogo (Corso Vittorio Emanuele) e, inoltre, a Manfredonia (Piazza del Popolo), Vieste (Corso Fazzini), Lucera (Piazza Duomo), Mattinata (Piazza Roma), Ischitella (Corso Cesare Battisti) e Cerignola (Corso Aldo Moro).

SICUREZZA ANTISISMICA A COSTO ZERO. Architetti e ingegneri spiegheranno cosa significhi il rischio sismico, quali sono le variabili che possono incidere sulla sicurezza di un edificio, quali sono le agevolazioni finanziarie attualmente a disposizione per migliorare il livello di sicurezza della propria abitazione a costo zero. L’obiettivo dell’iniziativa è accrescere la cultura della prevenzione sismica e promuovere l’adesione dei cittadini al programma di prevenzione attiva denominato “Diamoci una Scossa!”, che nel successivo mese di novembre vedrà architetti e ingegneri svolgere visite tecniche informative nelle abitazioni per una prima valutazione sommaria dello stato di sicurezza degli edifici.

ARCHITETTI E INGEGNERI, INSIEME. Nelle Piazze della Prevenzione sismica i cittadini troveranno architetti e ingegneri esperti in materia, coordinati dai rispettivi Ordini territoriali. Ma non solo loro. Quest’anno i Punti informativi vedranno intervenire anche gli Amministratori di condominio delle principali associazioni di categoria e soprattutto quelle componenti la Rete delle Professioni Tecniche che, come geometri e geologi, possono supportarne l’attività informativa e di promozione di una cultura della prevenzione.

IL SISMA BONUS. “Oggi lo Stato mette a disposizione dei cittadini delle agevolazioni finanziarie per i lavori di messa in sicurezza delle abitazioni che arrivano fino all’85 % delle spese sostenute”, ha spiegato Nicola Tramonte, presidente provinciale dell’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti Conservatori della provincia di Foggia. “Si tratta di un’occasione davvero importante, che permette di guadagnare in sicurezza spendendo ben poco grazie al contributo del Sisma Bonus”.

Il Sisma Bonus consente a privati (persone fisiche, società di persone, imprenditori individuali, professionisti) e società (società di capitali ed enti) di detrarre dall’IRPEF o dall’IRES una parte delle spese sostenute, dal 1 gennaio 2017 al 31 dicembre 2021, per interventi di massa in sicurezza statica delle abitazioni e degli immobili a destinazione produttiva situati nelle zone ad alta pericolosità sismica. Foggia e la sua provincia rientrano nelle zone giudicate ad alta pericolosità sismica. Possono usufruire dei benefici di Sisma bonus e/o Eco+Sisma bonus sia i soggetti IRPEF (persone fisiche, società di persone, imprenditori individuali, professionisti) che i soggetti IRES (società di capitali ed enti) che sostengono le spese per l’intervento di riqualificazione energetica e che posseggono, o detengono, l’immobile sulla base di un titolo idoneo.