Risanamento degli scarichi a Ponente, nel 2020 i lavori per la nuova condotta Premente su progetto di AQP

proclamazione sindaco cosimo cannito barletta

Cannito, “Opera strategica per la città e per il mare”

BARLETTA – L’Autorità idrica pugliese ha autorizzato l’intervento di risanamento degli scarichi sul lungomare di Ponente a Barletta dopo avere esaminato il progetto di Acquedotto pugliese, che la stessa Autorità finanzierà per un importo di 2.950.000 euro.

Si tratta di realizzare 5.000 metri di nuove condotte di fognatura che andranno a potenziare l’attuale rete di raccolta dei reflui urbani nella zona del lungomare di Ponente, per contrastare le criticità e i problemi che si verificano soprattutto in caso di forti piogge che causano un sovraccarico delle condotte con conseguenti sversamenti sulla sede stradale e a mare. Ora AQP dovrà bandire la gara per l‘affidamento dei lavori, il cui inizio è previsto nei primi mesi del 2020. Si tratta di un intervento strategico se si considera che la condotta Premente, che dall’Impianto di sollevamento fognario del Porto va al depuratore nei pressi del Cimitero, trasporta più della metà della portata media di tutto l’abitato di Barletta.

Il sistema delle condotte che portano i reflui al depuratore è fatiscente, i tubi sono vecchi e usurati, il che comporta guasti, rotture e disagi per la città, che in estate creano ancora più problemi quando, in caso di forti piogge, portano in mare i reflui”, ha detto il sindaco Cosimo Cannito. “Quest’opera inoltre – aggiunge il primo cittadino – va considerata nel contesto più ampio degli interventi di riqualificazione e rigenerazione dell’ambito costiero, Canale H e Collettore D, che rappresentano il primo vero tentativo di cambiare e migliorare il litorale e il nostro mare”.