Regione, la Giunta regionale approva le delibere sulla sanità

40

REGIONE – La Giunta regionale ha istituito la Centrale Operativa Regionale di Telemedicina delle Cronicità e delle Reti Cliniche, presso ARESS Puglia. La Centrale si avvarrà del supporto dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Policlinico di Bari – Giovanni XXIII, a seguito di sottoscrizione di un apposito protocollo operativo, sia per la componente sanitaria necessaria all’erogazione delle prestazioni, sia per la ospitalità logistica della componente operativa e tecnologica della Centrale, valorizzando e mettendo a fattore comune quanto già realizzato per la centrale operativa della telecardiologia.

La Giunta ha anche autorizzato il finanziamento per la prima fase di avvio della Centrale con un importo di massimo di 3,491 milioni di euro, attingendo alle risorse già nella disponibilità di AReSS Puglia derivanti dalle economie del “Progetto Nardino” e dagli “Utili di esercizi precedenti portati a nuovo” del bilancio 2019 di AReSS Puglia.

Entro novanta giorni dalla approvazione del provvedimento sarò presentato un piano di fattibilità per definire i costi complessivi per il completamento dell’infrastruttura informativo-tecnologica, per l’approvvigionamento su larga scala dell’hardware periferico (dispositivi domiciliari e tecnologia integrativa per specifica patologia o processo assistenziale) e per il funzionamento a regime della Centrale. Entro questo tempo dovrà essere messo a punto anche il modello organizzativo di funzionamento non solo interno della Centrale, ma anche di interazione con le Aziende del SSR e con i medici convenzionati.

La Giunta infine ha modificato la composizione del coordinamento regionale per la telemedicina con il Direttore Generale pro tempore di AReSS Puglia, il Dirigente pro tempore della Sezione Risorse Tecnologiche e Strumentali Sanitarie della Regione Puglia, il Direttore Medico pro tempore dell’Area eHealth dell’AReSS Puglia e un rappresentante di ogni Azienda Sanitaria Locale, Azienda Ospedaliero Universitaria ed IRCCS pubblico della Regione Puglia, con competenza nella materia, individuato dal rispettivo Direttore Generale.

Per la partecipazione al coordinamento non è previsto alcun compenso aggiuntivo o indennità trattandosi di attività svolta ratione officii.