R-Evolution On the Moon, presentata in Prefettura a Barletta l’edizione 2019

presentazione 'r-evolution on the moon'

La rassegna fotografica dedicata al 50esimo anniversario dell’Allunaggio

BARLETTA – E’ stata presentata questa mattina in prefettura a Barletta l’edizione 2019 di R-Evolution 2019, il festival itinerante di Fiof (Fondo internazionale per la Fotografia, Video e Comunicazione), col patrocinio del comune di Barletta, che da oggi e fino al 10 novembre prossimo tappezzerà con foto di grande suggestione le strade della città e alcuni dei luoghi più importanti e significativi, come lo stesso palazzo del governo, Palazzo Della Marra e il Castello, sotterranei e giardini con la mostra Eros&Thanatos.

Il Castello, nei sotterranei, sarà protagonista di una delle novità più attese dell’edizione 2019 di R-Evolution, la mostra “NASA – Apollo 11 missione compiuta”, per celebrare il 50° anniversario dal primo allunaggio”, con fotografie, video e file audio originali messi a disposizione dall’archivio della Nasa grazie al supporto e alla collaborazione dell’Ambasciata italiana a Washington. Sarà inaugurata domani 8 novembre nei sotterranei del Castello alle ore 19.

La collaborazione fra l’Italia e la Nasa comincia già prima dello sbarco sulla luna ed è, dunque, solida e strutturata e sempre è emerso l’ingegno italiano, si pensi, oggi, al Lunar Gateway, il progetto che riporterà l’uomo sulla luna a partire dal 2024, con gli italiani impegnati, molto probabilmente nella costruzione dei moduli lunari e Grottaglie come spazioporto da cui partire”, ha detto il sindaco Cosimo Cannito prima del taglio del nastro, rivolgendosi soprattutto a una scolaresca.

Da lassù – ha aggiunto il primo cittadino – potrete ammirare la bellezza del pianeta terra e comprendere ancora meglio quanto sia importante conservarlo e difenderlo, partendo dalla nostra terra, dalla Puglia”.

“Questo è un evento davvero speciale e difficilmente ripetibile in questi stessi termini, ragion per cui – ha concluso Cannito – è importante poterlo apprezzare perché si tratta di documenti preziosi, ben 530 tra foto, audio e video originali dell’allunaggio del 1969”.

L’apertura della rassegna è stata anticipata dagli interventi, fra gli altri, del prefetto Emilio Dario Sensi, del presidente del Fiof Ruggiero Dibenedetto e degli altri rappresentanti istituzionali presenti.