Puglia e motori: un binomio fortissimo

motoriIl mercato dell’auto nella nostra regione è sempre stato molto in fermento, ma mai come in questo periodo quello dell’usato ha fatto registrare numeri così interessanti. C’è da dire che il binomio Puglia-motori è di amore ed odio, soprattutto quando si tratta di dover pagare il bollo tanto che qualche mese fa la Regione è dovuta correre ai ripari in quanto ben 6 pugliesi su 10 non pagavano il bollo.

Per combattere questa piaga è stato lanciato un meccanismo sanzionatorio che parte dall’inasprimento delle pene fino ad arrivare al sequestro del veicolo non appena rilevata l’evasione della tassa per tre anni di seguito. I proprietari degli autoveicoli che pagano regolarmente questa tassa hanno ovviamente applaudito a questa iniziativa.

Salento: un amore record per l’auto

Focalizzandoci sulle province pugliesi abbiamo scoperto che il Salento ha ottenuto lo scorso anno un primato: i salentini sono al primo posto in Italia per numero di giorni passati alla guida di un’autovettura nel corso dell’anno. Il dato è eloquente, nella provincia di Lecce l’auto verrebbe utilizzata per ben 302 giorni all’anno, a conferma di come gli abitanti della zona siano costretti ad utilizzare il mezzo a motore per ogni piccolo spostamento, a causa probabilmente anche di collegamenti pubblici poco presenti o di difficile attuazione.

Il mercato dell’auto in Puglia scorre sul web

Nella Puglia un meccanismo che sta prendendo piede grazie al web è quello dei privati di utilizzare siti specializzati per vendere e comprare un’automobile. È ormai pratica comune per chi vuol comprare un’auto usata quella di visitare siti di annunci locali o nazionali alla ricerca del buon affare. Per chi, invece, vuole vendere un’auto usata su internet oltre all’opzione già citata c’è anche quella di rivolgersi direttamente a siti specializzati nell’acquisto da privati. Sul territorio pugliese di queste realtà se ne contano già tantissime in tutte le province, con Bari a farla da padrone.

La nuova realtà dei compro auto usate

I compro auto usate hanno permesso al settore di avere nuova linfa apportando novità sotto l’aspetto dei tempi rapidi con la quale si può vendere un’automobile e la velocità con la quale si arrivano a chiudere i contratti di vendita. Ma come funziona nello specifico un compro auto usate? Tramite il sito delle società di compro auto usate si può ottenere una valutazione senza alcun impegno inserendo esclusivamente alcuni dati necessari dell’autovettura come marca, modello, anno di immatricolazione e i dati personali per essere ricontattato.

Dopo qualche giorno il compro auto invia una e-mail con la valutazione sommaria del mezzo e se questa si avvicina a quanto richiesto dal proprietario è possibile successivamente fissare un appuntamento presso la sede fisica più vicina. Ovviamente al secondo appuntamento gli esperti del compro auto visionano l’automobile dal vivo e se rispetta tutti i dati inseriti al momento della richiesta iniziale confermerà la valutazione.

A questo punto si passa alla finale della compravendita, ovvero disbrigo delle pratiche burocratiche come il passaggio di proprietà ed ovviamente il pagamento. Due sono in genere i metodi di pagamento che vengono utilizzati dai compro auto: assegno circolare o contanti. Per questa seconda opzione dipende dall’ammontare della valutazione.

PR