Puglia della zootecnia in 11 città, da Putignano a Foggia e Ostuni

zootecnia puglia

Coinvolti 200 imprenditori, eventi anche a Monte S.Angelo, Alberobello, e Martina Franca. I numeri del settore: 5mila aziende nel lattiero-caseario, oltre 9mila allevamenti. Dirette streaming a Lucera, Minervino, Santeramo e Castellaneta

BARI – Grandi potenzialità, un indice qualitativo molto elevato e con un buon grado di specializzazione, ma ridotte dimensioni aziendali e scarsa propensione ad aggregarsi: è questo, in estrema sintesi, il panorama del settore zootecnico in Puglia. In 11 città e in tutte le province pugliesi, dal 24 settembre al 28 novembre 2019 si svolgerà “SI Zootecnia”, progetto di CIA Agricoltori Italiani della Puglia che gode della collaborazione della Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Foggia ed è sostenuto dal Dipartimento Agricoltura, Sviluppo Rurale e Ambiente della Regione Puglia nell’ambito del PSR 2014-2020, Misura 1 “Trasferimento di conoscenze e azioni di formazione”, Sottomisura 1.2 “Sostegno ad attività dimostrative e azioni di informazione”. “SI Zootecnia” è l’acronimo che indica Sostenibilità e Innovazione come cardini dello sviluppo di tutto il settore zootecnico pugliese. L’iniziativa prenderà il via martedì 24 settembre 2019, con inizio alle ore 9, nell’Aula Consiliare del Comune di Putignano, in via Roma 8.

IL SETTORE LATTIERO CASEARIO. Il comparto lattiero-caseario pugliese conta oltre 2mila aziende con vacche e bufale, circa 3mila con ovini e caprini da latte. In questo particolare settore, la maggioranza delle imprese si concentra nelle province di Bari e Taranto.