Protocollo per la gestione del Randagismo Asl Bt – Comune di Barletta

comune di Barletta Andria Trani logo

A gennaio corsi di formazione per gli agenti di Polizia municipale

Barletta, lunedì 31 dicembre – Alla luce della sottoscrizione di un Protocollo per la gestione del fenomeno del randagismo in città fra Asl Bt e Comune di Barletta, fortemente voluto dal sindaco Cosimo Cannito, si terranno tre edizioni di un corso di formazione per agenti di Polizia municipale, che si svolgeranno nei giorni 7, 8 e 14 gennaio 2019, a cura del servizio veterinario della Asl e del Veterinario convenzionato con il Comune, dottor Roberto Falcone, nell’ex aula consiliare, al primo piano del teatro “Curci”, dalle 9 alle 12.

Voglio ringraziare per il lavoro svolto e per il risultato raggiunto il direttore generale della Asl Alessandro Delle Donne, il responsabile del servizio veterinario della Asl, dottor Gennaro Capriuolo e il veterinario convenzionato Falcone, il comandante della Polizia municipale Savino Filannino e tutti quanti si sono prodigati nella redazione di questo documento che è la base necessaria per governare un fenomeno importante e serio per la città – ha detto il sindaco Cosimo Cannito – perché stabilire e conoscere ruoli e competenze in tale materia vuol dire anche affrontare meglio il fenomeno, essere in grado di gestirlo in sicurezza e in maniera efficace”.

Invito pertanto anche i rappresentanti delle associazioni di settore a partecipare ai corsi – ha aggiunto il sindaco – e annuncio sin d’ora la volontà di organizzare anche corsi di formazione – patentini per i proprietari di cani, sempre con la collaborazione della Asl e del Servizio Veterinario”.

L’amore e la cura nei confronti degli animali e dei cani sono fra gli indici di civiltà e di benessere – ha concluso Cannito – ma questo accade e si realizza realmente solo quando c’è senso di responsabilità, per questo colgo l’occasione per ricordare di prendersi cura degli animali dentro e fuori le mura domestiche, provvedendo a mantenere la città pulita e ad ottemperare a tutti gli obblighi previsti dalla legge, che poi sono quelli del buon senso e del rispetto degli altri e della città. Per chi non lo farà sono previste dure sanzioni che sarà cura delle guardie ambientali, attive in città, comminare”.