Prima veleggiata di Bari social boat con l’equipaggio di cittadini baresi sorteggiati

31

terminati-lavori-a-bari-vecchia

Appuntamento per domani

BARI – Domani, martedì 3 marzo, alle ore 15.30, dalla darsena Mari di Levante salperà per la prima volta “Bari social boat”, la biblioteca cittadina sull’acqua allestita, nell’ambito del progetto Bari Social Book, a bordo di una barca a vela confiscata alla criminalità organizzata.

Dopo l’incontro di formazione rivolto ai primi dieci “equipaggi del libro” sorteggiati, che attraverseranno nei prossimi mesi le coste baresi, Bari Social Boat è pronta per promuovere la lettura attraverso incontri con autori e autrici, presentazioni di libri ed eventi.

Gli equipaggi estratti, ad oggi, sono 10 a cui si aggiungono altri 19 di riserva, per un totale di 120 persone coinvolte: si tratta di gruppi eterogenei composti da universitari, singoli cittadini, insegnanti di scuola, anziani, componenti di associazioni e organizzazioni.

Il primo equipaggio che salperà domani è formato da un gruppo di ragazzi di “Friday for future” Bari, sorteggiato tra i tantissimi che hanno presentato la propria candidatura. Sulla barca si parlerà di ambiente, clima, letteratura, storie di mare, infanzia e viaggi con Paolo Comentale, autore dei libri “Pedro e l’onda” e di “Quando le stelle caddero nel fiume”, edizioni Di Pagina.

Paolo Comentale (Bari, 1956), autore e interprete di spettacoli teatrali per ragazzi, ha fondato la compagnia “Granteatrino” e il teatro “Casa di Pulcinella” producendo spettacoli sulla scena nazionale e internazionale, in Europa, Africa, Giappone, America e Australia.

Prima di salpare è previsto un briefing iniziale a cura della Darsena Mar di Levante sulle norme di sicurezza e i comportamenti corretti da tenere in barca.

Domani, inoltre, saranno consegnati alla rete i libri, sul tema della memoria e della shoah, raccolti in occasione dell’evento nazionale “Biblioteca delle memorie” promosso da Coop Alleanza 3.0, e che a Bari ha visto la collaborazione di Bari Social Book, con l’obiettivo di contribuire a contrastare l’ondata di intolleranza e discriminazione attraverso un’azione di sensibilizzazione e formazione culturale.

È possibile prenotare le veleggiate del libro per sé, per la propria associazione, per donare a gruppi sociali o promuovere la propria realtà contattando barisocialbook@gmail.com o la pagina FB: Bari social Book. L’invito è rivolto anche alle aziende interessate a sostenere il progetto sponsorizzando singole veleggiate.

“Pedro e l’onda” narra una storia che nasce dall’incontro con lo sguardo di un bambino in un campo Rom. Uno sguardo forte che sembra chiedere: il mondo è bello, ma perché non è sempre giusto? Per dare una risposta, l’autore fa incontrare sulla riva del mare un bimbo e un’onda. I gabbiani, la sabbia e le dune e i castelli sulla riva guardano con amore questo incontro semplice e naturale. In un giorno speciale, dall’alba al tramonto, dal sole alle stelle, l’onda-mamma porterà per mano il bimbo a scoprire le meraviglie del mare: «la luce, la vita, la gioia anche il dolore…». A sera il bimbo andrà a dormire con la certezza che l’indomani un nuovo giorno porterà ancora la speranza di un mondo migliore.

“Quando le stelle caddero nel fiume” è invece una storia ambientata in Etiopia, ad Addis Abeba, nel maggio del 1937. In una notte africana, durante un lungo interrogatorio, un maresciallo marconista è chiamato a rispondere a una raffica di domande relative a una missione speciale. Sullo sfondo una guerra coloniale, una città occupata e un eccidio di proporzioni spaventose che nessuno ha il coraggio di nominare.