Prima presentazione regionale del volume “La morte umanizzata: shinigami e tristi mietitori” di Mari o Contino

17

mario contino (scrittore)

MONOPOLI (BA) – Esce per I Quaderni del Bardo Edizioni di Stefano Donno un singolare libro dal titolo LA MORTE UMANIZZATA: SHINIGAMI E TRISTI MIETITORI (Miti e leggende sulla morte) di Mario Contino. L’appuntamento della prima presentazione è previsto per martedì 24 agosto 2021 ore 18,30 presso la Biblioteca Civica P. Rendella in Piazza Giuseppe Garibaldi 24 a Monopoli. Dialoga con l’autore lo scrittore e ricercatore indipendente Andrea Antonello Nacci. Interverrà il Prof. Cosimo Lamanna curatore della prefazione

Chi si occupa di storia delle religioni e gli antropologi hanno quasi sempre considerato che la Morte sia, soprattutto nelle culture arcaiche e primitive, un “fatto sociale”, un avvenimento che genera una crisi, non soltanto nel gruppo familiare, ma anche in quello più ampio del sociale, della comunità; e che per questo le strutture sociali reagiscono alla morte attraverso una serie di mezzi simbolici mitici e rituali, talora magici, che conducono gli individui a vivere la morte secondo i paradigmi offerti dalla stessa struttura sociale. Ma la Morte, questo grande mistero, custodisce anche segreti affascinanti da dover essere indagati e interpretati …

Dichiara l’autore Mario Contino. “Cosa è la morte? Cosa c’è dopo la morte? A queste domande tentano di dare risposta, da secoli, alcune delle menti più brillanti del pianeta che hanno trattato l’argomento dal punto di vista filosofico e scientifico. Io non sono né uno scienziato né un filosofo, ma ugualmente ho voluto tentare di comprendere l’essenza della morte attraverso lo studio del folklore, dei miti e delle leggende ad essa collegate, senza tralasciare né la scienza né la filosofia. Perché l’ho fatto? Perché la Morte fa parte della vita è ogni uomo dovrebbe riflettere su questo importantissimo e inevitabile traguardo.”

“In un contesto particolare, come quello del XXI secolo, dove accanto a posizioni scettiche legate a un’imperante secolarizzazione, resta viva la speranza che la morte non sia la fine di tutto, l’idea di riprendere e approfondire il tema della morte, in questo lavoro fatto da Mario Contino, diventa non solo prezioso, ma addirittura coraggioso. Un percorso graduale e fatto nei dovuti modi che partendo dal naturale approccio scientifico alla morte, si immerge progressivamente nell’incantevole e prezioso mondo della tradizione, un mondo spesso denso di verità più di quanto noi stessi possiamo immaginare… “

Estratto dalla prefazione del Prof. Lamanna Cosimo

Quando mesi fa Mario mi chiese di scrivere una postfazione in merito al suo ultimo saggio, a dire il vero, credevo stesse scherzando. Sì, la morte è un tema che non sempre viene affrontato con leggerezza, in quanto spesso assume dei connotati negativi per chi ci pensa. Qualcosa di triste, qualcosa di doloroso. Una perdita. Morte che sottintende sofferenza. “La morte umanizzata” si apre con un riferimento necessario al tema della morte dal punto di vista puramente fisiologico e biologico: il corpo esanime si raffredda, si irrigidisce, il sangue ristagna e successivamente comincia a decomporsi. Tutto è destinato a terminare per poi rinascere nuovamente in un ciclo infinito…

Estratto dalla potfazione della Dott.ssa Carbonara Pierangela

L’autore Mario Contino è uno scrittore italiano di origini campane, nato a Agropoli (SA) nel 1986, nel magnifico “Cilento” terra piena di bellezze naturalistiche, di storia e di tradizioni.

Contino ha intrapreso la sua attività di ricercatore nell’ambito del folklore internazionale, al fine di salvaguardare e tramandare le antiche tradizioni. I suoi studi lo hanno condotto nel 2013, a fondare l’Associazione Italiana Ricercatori del Mistero (A.I.R.M.), di cui diventò presidente, organizzazione estinta nel 2014, ma le cui attività suscitarono l’interesse dei mass media nazionali, oltre che consenso nelle istituzioni pubbliche e private.

Nel 2020 ha fondato, insieme a un altro ricercatore pugliese, il C.R.F.P. (Comitato per la Ricerca sui Fenomeni Paranormali) il cui obiettivo è quello di studiare la fenomenologia del paranormale con metodica e razionalità. La sua attività letteraria conta saggi, romanzi e raccolte poetiche, tutti i suoi libri propongono principalmente il tema del folklore come base di ogni lavoro, trattato dal punto di vista antropologico.

Collaborazioni Radiofoniche

Dal 2013 Contino è stato più volte ospite di numerose trasmissioni televisive, che hanno scelto lo scrittore quale “esperto” del folklore locale, nell’ambito di specifiche puntate incentrate sul tema.

I Fatti Vostri (Rai 2)

In viaggio con la zia (Rai 1)

MAG Studio Aperto (Italia1)

Mattino Norba (TeleNorba)

Radio Freccia (RTL 102.5)

Radionorba TV

Divulgazione

Contino collabora con numerose riviste del settore e con autorevoli portali web, sui quali pubblica articoli relativi al folklore italiano e internazionale.

Rivista “Mistero Magazine” (La rivista ufficiale della nota trasmissione Mediaset)

Rivista “Sirio magazine”

La rivista “Misteri D’Italia”

La rivista “Enigmi”

La rivista “Italia Misteriosa”

Portale www.ilmegliodipuglia.it

Portale www.luoghimisteriosi.it

Portale www.storialeggenda.it

Bibliografia

2013 – Ghost Hunting, tra scienza e leggende. Manuale del vero ghost hunter, Uno Editori

2014 – Puglia Misteri & Leggende, Artebaria Edizioni

2015 – Manifestazioni spiritiche: Testimonianze – Studi – Ipotesi, Ri­sveglio Edizioni

2016 – Sagato, il risveglio di un drago, Augh Edizioni

2017 – Il segreto tra le rime, FaLvision Edizioni

2018 – Folletti e Fate d’Italia: Trattato sugli spiriti della natura nel fol­klore italiano, Uno Editori

2018 – Un’avvelenata per la Puglia, AmazonKindle

2018 – Un Natale Per Tre, PubMe edizioni (come coautore)

2018 – Puglia Folk – tra mito e leggende, IQdB edizioni

2019 – 100 poesie del ribelle, Pedrazzi editore

2020 – Puglia Misteri & Leggende (nuova edizione), Artebaria Edizioni

2020 – Il diavolo e la stregoneria in Puglia, Artebaria Edizioni